La baby routine..

Chi ama tocca, accarezza, vezzeggia. L’amore fisico è necessario per la nostra felicità”.
Leo Buscaglia

Sembra ieri, e invece, sono passati già due mesi da quando la mia piccola è nata.
Durante questi primissimi mesi abbiamo imparato a conoscerci, ad amare i momenti di coccole e risatine e ad avere pazienza in quelli difficili, tipo quando arrivano le coliche.
Ma soprattutto abbiamo imparato a dare un certo ritmo alle nostre giornate, in modo da trascorrerle nel modo più produttivo possibile.

Un momento molto piacevole per me e per la mia piccola è quello del bagnetto.
Dal giorno in cui è caduto l’ultimo pezzetto di cordone ombelicale, il bagnetto è un rito di quasi tutti i giorni.
All’inizio non avevamo un orario prestabilito: poteva capitare di farlo a metà mattinata o anche a metà pomeriggio.
Adesso che i nostri ritmi sono più definiti, ci dedichiamo al bagnetto di sera, prima della cena, quando anch’io ho più tempo da dedicarle, sono rilassata e non vado di fretta.

Dopo averla immersa nella vaschetta piena di acqua calda, le lavo il viso e il corpo solo con acqua semplice; dopodiché la insapono, accarezzandola con una spugnetta morbida e soffice.
Lei è completamente a suo agio, quindi ne approfittiamo per “chiacchierare”, canticchiare e scambiarci sguardi compiaciuti.

Ma più di tutto le piace essere toccata, massaggiata, accarezzata… come a tutti i bimbi d’altronde!

I prodotti che utilizzo fanno parte della linea Bubble&Co.

baby routineI prodotti in commercio per il bagnetto sono svariati.

Per la mia bimba sto utilizzando “Bagnetto… e poi a nanna!“, un detergente adatto ai bambini di età compresa fra 0 e 36 mesi.
E’ un sapone dalla formulazione delicata, che protegge il pH fisiologico.
Inoltre, poiché contiene vitamine E, malva, camomilla e melissa, svolge un’azione calmante, emolliente e lenitiva.
Direi perfetto per noi che lo utilizziamo prima della nanna e che desideriamo ottenere un graduale rilassamento.

La comodità è che può essere utilizzato anche come shampoo, quindi con un solo prodotto facciamo tutto!

Nonostante quasi le dispiaccia, dopo qualche minuto la tiro fuori dalla vaschetta e l’asciugo in un morbido accappatoio di spugna.

baby routine

Per mia abitudine non stendo paste contenenti ossido di zinco ad ogni cambio di pannolino, non lo ritengo necessario dal momento che il contatto col pannolino stesso e i bisognini non le provocano sempre arrossamento.

Tuttavia, ho cominciato ad utilizzare la crema “Cambio Pannolino”  che è a base di succo di aloe biologico, amido di riso, estratto di camomilla.

 Grazie alle sue proprietà idratanti ed emollienti, è efficace in caso di arrossamenti e favorisce la fase riparatrice della cute in caso di screpolature. Proprio per queste sue caratteristiche è ottima anche come crema mani.

Tutti ingredienti naturali che solo a sentirli fanno stare meglio!

baby routinePer completare l’opera di rilassamento, spesso le regalo un dolce massaggio sul corpo con “Olio da massaggio” alle mandorle dolci.

Questo olio è particolarmente indicato per il massaggio neonatale.  E’ un olio ottenuto tramite la spremitura a freddo delle mandorle dolci. Grazie al suo elevato contenuto di vitamina E, svolge un’azione emolliente, idratante, elasticizzante, aiutando a prevenire gli arrossamenti.

È perfetto per prendersi cura di ogni tipo di pelle, anche quelle delicate degli anziani e delle future mamme, per prevenire le smagliature durante la gravidanza o le screpolature del seno tipiche della fase di allattamento.

Per noi mamme è ideale  anche al termine della pulizia del viso, per trattare con dolcezza i capelli sfibrati e secchi, al termine della depilazione e persino sulle labbra al posto del burro cacao.

E’ completamente inodore, il che non è un problema perché penso che gli odori non siano un veicolo di comunicazione importante per i neonati.

A loro basta il profumo unico e intimo della pelle della mamma.

Ciò che importa è il contatto lento, profondo, e amorevole con la propria mamma, l’unica persona a cui i neonati starebbero attaccati 24 ore su 24…

Laura Guida

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *