Carnevale all’Isola che non c’è

carnevalePerché una festa con Peter Pan?

È capitato un po’ per caso e un po’ per gioco: ho organizzato una piccola merenda di carnevale per mio figlio e alcuni suoi cugini. La “mini festa” è un’idea nata un pomeriggio, con il desiderio di mascherare i più piccolini per la prima volta. E si è subito “trasformata” in una buona occasione per travestire anche noi mamme!

Dopo qualche scambio di messaggi nel gruppo WhatsApp creato ad hoc, abbiamo sentenziato anche il tema per la festa: Peter Pan!

carnevale
pinterest.com

Forse, inconsciamente, ho trovato la scusa per tirar fuori dal cassetto un mito dell’infanzia, come avevo fatto lo scorso anno per il primo compleanno di mio figlio (la festa aveva come tema Peter Coniglio come ho raccontato qui).

Così, per questo carnevale, i protagonisti sono diventati Peter Pan, Capitan Uncino, Wendy e tutto l’allegro gruppo degli abitanti dell’Isola che non c’è!

Ogni bambino, assieme alla sua mamma, sono diventati così un personaggio di Walt Disney per un intero pomeriggio.

Come ricreare l’atmosfera dell’Isola che non c’è.

In questo periodo non ho molto tempo a disposizione e ho realizzato poche decorazioni, ma di effetto. Ha giocato a mio vantaggio la stagione: è carnevale, quindi i negozi sono pieni di accessori per i pirati e traboccanti di stelle filanti.

Ecco sì, scontato dire che ho usato davvero molta fantasia!

carnevale

Nel centro tavola le conchiglie hanno fatto da sfondo al duello tra Peter Pan e Capitan Uncino, mentre Wendy e Trilly spiccavano il volo. “Tic Tac Tic Tac” si sentiva da un angolo nascosto: era il coccodrillo che, sempre paziente, attendeva la sua preda.

Il film faceva da sottofondo ai giochi dei bimbi sperduti, che si rincorrevano per il corridoio della mia casa, o stavano tranquilli a disegnare -avevo stampato da Pinterest tantissime immagini da colorare!

E la merenda proveniva tutta dall’Isola che non c’è: c’erano La Focaccia di Gianni, La Pizza di Capitan Uncino, I muffin del Bucaniere, Il forziere dei pirati e La Torta di Peter Pan.

Per la torta ho approfittato di mia sorella, abilissima nel cake design e altra grande fan Disney.

Il pezzo forte, però, è stato il Forziere dei Pirati: in legno massiccio, pieno di dobloni e pepite d’oro. Lo hanno apprezzato e divorato… era di cioccolata!

Come tutte le storie Disney, anche la nostra ha avuto un lieto fine magico: Peter Pan e Capitan Uncino sono andati via mano nella mano!

carnevale

Caterina P.G.M.

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *