Dai un gusto migliore alla vita con la caraffa filtrante Brita

 

Il nostro corpo ha bisogno di 2 L di acqua a giorno per idratarsi, ma non solo, l’acqua che beviamo deve essere pura per evitare danni al nostro organismo. Purtroppo, nelle nostre case non sempre passa acqua pulita e priva di calcare. Se ci fate caso non tutte le acque hanno lo stesso sapore, alcune hanno un retrogusto amaro. Questo è dovuto alle sostanze che vi sono all’ interno.

Quindi, per evitare problemi alla nostra salute, dovremmo iniziare a consumare acqua in bottiglia, oppure fare come me, utilizzare la caraffa filtrante Brita. Alternativa pratica, economica ed ecologica. La caraffa filtrante serve infatti a migliorare il gusto dell’acqua del rubinetto, riducendo calcare, cloro e residui di rame e piombo che possono talvolta essere presenti nelle tubature di casa. Grazie al nuovo filtro potenziato MAXTRA+, la superficie assorbente aumenta del 30%, garantendo una filtrazione ancora più efficace. Questa innovazione diventa rivoluzione, permettendoci di assaporare un’ acqua più pura, dove il gusto risulterà sensibilmente migliore.

Oltre al lancio di questo nuovo filtro potenziato, l’azienda tedesca , lancia un nuovo modello di caraffa: BRITA FILL&ENJOY STYLE. Questa caraffa, oltre ad avere un design che garantisce una presa sicura, è dotata di sensore LED che avvisa quando il filtro è da cambiare.

Perché usare la caraffa filtrante Brita?

Io in casa utilizzo molto l’ acqua, non solo per la preparazione di pietanze, ma anche per preparare bevande fresche, come tè ed acque fruttate. Vi assicuro che il sapore è nettamente differente da quando uso l’ acqua del rubinetto. Persino il caffè ha un gusto più deciso. L’ uso di una caraffa filtrante mi evita il trasporto di bottiglie pesanti e l’accumulo di bottiglie in casa. Inoltre, il mio portafoglio ne beneficia.

Per dare gusto alla vita provate lo stile della caraffa filtrante Brita. Visitate il loro sito, per avere maggiori informazioni.

 

#brita

Monica Smeragliuolo

Buzzoole

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *