Addio a Davide Astori

Davide Astori, il capitano della Fiorentina  e difensore della Nazionale è stato trovato morto in un albergo a Udine.

Astori  era in ritiro con la sua squadra in vista della partita contro l’Udinese.

Astori si allena con la Nazionale a Coverciano nel settembre 2014 (Claudio Villa/Getty Images)

Per il momento la  causa del giovane calciatore sarebbe stato forse un arresto cardiaco; e pensare che Astori, come tutta la squadra, mercoledì scorso si era sottoposto alle visite di routine di controllo dove non era emerso niente di irregolare.

Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio.
(Albert Camus)

 

In verità Davide Astori non è il primo calciatore morte a causa di un arresto cardiaco anzi c’è una lista nera molto lunga.

Non possiamo dimenticare  Giuliano Taccola, attaccante della Roma, fulminato da un infarto nello spogliatoio dell’Amsicora, a Cagliari, poi morto sull’ambulanza che lo trasportava in ospedale. Era il 1969.

Nel 1977 Renato Curi ,oggi è il nome dello stadio di Perugia, si giocava Perugia-Juventus e alle 15,34  il cuore di Curi si fermò per sempre.

Nel 2012 Piermario Morosini, stroncato da un arresto cardiaco durante Livorno-Pescara.

 

Loro sono alcuni dei calciatori morti per un arresto cardiaco.
Vogliamo ricordare la carriera di Davide Astori che aveva iniziato a giocare nel Ponte San Pietro, una squadra satellite del Milan, e da lì iniziò la sua carriera con il Cagliare (2008-14), successivamente  con con la Roma (2014-15) per poi arrivare alla Fiorentina.
Oggi il mondo dello sport e del calcio da Buffon a Totti nei social  piangono il campione perbene.

Il giovane calciatore  lascia la compagna  Francesca Fioretti, nota per aver partecipato al “Grande Fratello” e a “Pechino Express”. Un passato come modella, da due anni faceva solo la mamma, della piccola Vittoria.

Addio Davide e continua lassù a giocare come sai fare solamente tu!

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *