Vi presentiamo Giulia Costanzo

 

Siamo riuscite a scambiare quattro parole con Giulia Costanzo.

Giulia Costanzo

 Chi è Giulia?

Giulia è una ragazza che non ama molto descrivere se stessa, forse perché le vengono subito alla mente i vari difetti che spesso vorrebbe migliorare? O forse perché è troppo autocritica? 
Apparte gli scherzi sono una ragazza nata e cresciuta in Toscana in un posto di mare stupendo: Porto Santo Stefano. Per proseguire il percorso di studi mi sono trasferita a Roma, dove vivo tutt’ora, mi sono innamorata di questa città nonostante sia abbastanza caotica grazie anche al fatto di aver conosciuto dai primi anni quelle che tutt’ora, dopo 10 anni, sono le mie amiche. Inoltre qua ho trovato l’amore e ad ottobre saranno 4 anni che condivido con Simone il mio tutto, anzi in realtà ci siamo completati arricchendo la nostra vita da circa un mese con l’arrivo di nostra figlia Valentina.
Mi sento fortunata perche ho un lavoro che mi piace e mi gratifica, è una edizione musicale; l’altra attività che è più una passione che un lavoro è la recitazione. Dopo aver frequentato scuole per attori/attrici, ho iniziato a muovere i primi passi in ambito teatrale lavorando con professionisti del settore. Non è un ambiente semplice e la competizione è alta ma spero di riniziare presto, anche se con una famiglia, il lavoro ecc non sarà semplice.

Giulia Costanzo Da poco sei diventata mamma, com’è questa nuova avventura?

Forse è una risposta banale ma è la cosa più strana e bella della mia vita. Mai avrei pensato di provare un’emozione così grande. Perché strana ?  Perché entri in ospedale in 2, esci in 3 e la tua vita cambia totalmente: i ritmi, le priorità, le dormite e anche il pensiero sempre legato a quella piccola creatura.
Ogni tanto guardando la mia fragolina (questo è il nomignolo che le abbiamo sempre dato fin quando era nella pancia) mi sembra ancora strano che sarò io a prendermi cura di lei per il resto della vita e allo stesso tempo questa sensazione mi riempie il cuore di gioia. Anzi devo dire che la maternità mi ha fatto comprendere molto di più i miei genitori, perché del resto mettere su famiglia ti apre le porte del complesso mondo genitori-figli e ti fa vedere tutto sotto un’ottica diversa: ho iniziato ad apprezzare solo adesso e anche a capire alcune decisioni riguardanti l’educazione ricevuta, che all’epoca non condividevo, ritenendola troppo severa.
 Se dovessi descriverti in 3 pregi e in 3 difetti cosa diresti?

 

Tra i pregi posso dire di essere una persona abbastanza sensibile, forse a volte anche troppo, nonostante sia un lato del mio carattere che tendo spesso a nascondere, mostrando quasi una maschera di freddezza e durezza.

Sicuramente posso dire di essere una persona vera e sincera, infatti non tollero la falsità e le persone che vivono con poca trasparenza.
Infine un aspetto che contraddistingue il mio carattere è sicuramente la positività, sono una di quelle persone che vedono sempre il bicchiere mezzo pieno, ma cerco sempre di avere una base realistica, cioè di non fantasticare ma basarmi comunque sui fatti.
Per quanto riguarda i difetti, siamo sicuri che devo elencarli solo tre? 
Un mio grande difetto è sicuramente l’essere permalosa, forse legato alla mia sensibilità, e se mi indispettisco mi ci vuole del tempo per far passare il risentimento.
Sono molto testarda e amo aver sempre ragione, chissà se è legato al fatto che sono de segno del Capricorno e, anche se non sono ferrata con l’astrologia, è la costante di ogni oroscopo letto. Insomma mai discutere con me perché l’ultima parola dovrà esser sempre la mia.
Poi non posso non menzionare questo difetto: l’essere ritardataria. Anche se d’altro canto sono un tipo impaziente e, le poche volte che sono io ad aspettare ho anche il coraggio di innervosirmi ah ah ah.
Infine vorrei aggiungerne un altro difetto perché fa sorridere il soprannome attribuitomi da Simone: Pitbull. È legato all’aghressivita della razza canina e questo perché a volte, anche senza motivi reali, sono un po’ come loro, acida nelle risposte e nei modi di relazionarmi con le persone più vicine. Ovviamente il soprannome è per scherzare, però è un lato del mio carattere che nn sopporto e sul quale sto lavorando per migliorare. Speriamo bene!

Che rapporto hai con i social?

Fin da adolescente mi è sempre piaciuto interagire con il mondo virtuale, passavo molte sere a chattare tramite c6 o msn, con mia mamma accanto tipo controllore e all’epoca devo dire che mi dava un gran fastidio, ma oggi, da neo-mamma, le posso dire che avrei fatto lo stesso. Anzi forse al giorno d’oggi ci dovrebbero essere più mamme come la mia perché il mondo del web è pieno di gente di tutti i tipi e, i minorenni in particolare, devono essere tutelati !

I social network fanno parte di un mondo virtuale quanto reale, nel quale ci si scambiano messaggi, foto, messaggi ecc e si interagisce con altri individui che a volte neanche si conoscono.
Ho un buon rapporto coi social e sono iscritta a vari network come Facebook, Twitter, Instagram e quest’ultimo è quello che negli ultimi anni mi appassiona di più, forse perché ho sempre amato la fotografia.
I social hanno dato voce a chiunque sia connesso ed iscritto e questa realtà virtuale rispecchia la nostra società. Devo dire che ho conosciuto virtualmente un sacco di persone e con alcune ho anche legato e instaurato un’amicizia.
Vi faccio subito un esempio: un paio di anni fa ho iniziato a vendere dei miei oggetti su un social network legato appunto alla compravendita di oggetti usati, ho conosciuto varie ragazze ed in particolare con una, Giusy, abbiamo stretto un bel rapporto. Quello che ci ha unito da subito è stata la passione per la moda per poi rafforzarsi con la mia gravidanza, mi è stata vicino dandomi un sacco di consigli, visto che lei è già madre. Ad oggi non abbiamo ancora avuto modo di incontrarci dal vivo, ma sono sicura che non mancherà occasione, anche perché vorrei ringraziarla con un abbraccio per l’ultimo gesto che mi ha quasi commossa: ha voluto dare il benvenuto alla piccola Valentina spendendoci un regalo per posta.
D’altro canto però ci sono anche i lati negativi dei social, frequentato dai cosiddetti Haters o animali da testiera, cioè coloro che nascondendosi dietro la tastiera pensano di poter dar fiato ad ogni pensiero o critica con modi discutibili.
Ultimamente mi sono trovata “vittima” di donne che hanno criticato una mia foto postata su Instagram: -41 weeks pregnant vs 2 weeks post partum-
Questa foto è stata condivisa da una famosa pagina @inspirepregnancy e da quel momento sono partiti commenti attaccandomi perché non rispecchio la realtà. Molte sono venute ad insultarmi commentando la foto in questione direttamente sul mio profilo, ma legato a ciò ci sono state tantissime altre donne che hanno preso le mie difese, che poi insomma non so di cosa dovrei sentirmi in colpa, ma penso solo che sia un po’ genetica e un po’ buona alimentazione. In gravidanza ho preso molti kg, cioè 16, perché mangiavo molto ma con qualità ed ho praticato aquagym, per questa serie di cose credo di aver buttato giù ben 10kg solo dopo 14 giorni.
Ho postato la foto perché neanche io credevo che il corpo umano avesse il dono di modificarsi così velocemente e siccome mi ha sempre incuriosito vedere il post gravidanza ho pubblicato la mia foto pre e post parto come stimolo per tutte quelle che non si fidano del loro corpo.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Bella domanda. In questo momento della mia vita  sto  vivendo così tanto il presente che non riesco a pensare troppo al futuro.

Finito il periodo di maternità rientrerò a lavorare e credo di riniziare anche l’attività fisica, del resto sono una sportiva e mi piace muovermi, ma ciò dipenderà anche dal l’allattamento, mi hanno detto che durante questa fase è meglio evitare lo sport perché può far fastidio alla qualità del latte.
Sicuramente mi piacerebbe in futuro riniziare con la recitazione, ma vi ripeto al momento l’unica priorità è Valentina.

Moglie, mamma, donna, lavoratrice : come riesci a conciliare tutto quanto?

 

Finché non mi mette l’anello al dito non posso definirmi moglie, chissà cosa aspetta ? Scherzi a parte credo che quando si fanno le cose con amore tutto avviene in modo naturale, anche le cose più noiose e pesanti.

 Sicuramente il rientro a lavoro sarà un momento non facile e l’aiuto dei nonni sarà fondamentale. I miei genitori vivono in Toscana ma troveranno sicuramente il modo di scendere spesso a Roma per aiutarmi e godersi la loro nipotina, anzi mia mamma è stata fondamentale nel periodo post parto cesareo, del resto i nonni sono i nonni !
Inoltre tra i progetti futuri c’è sicuramente una maggiore cura della mia pagina.

Nel tuo sito si parla di: beauty, tech, fitness, travel e fashion quali sono le tue vere passioni?

L’idea di un blog e’ sempre stata presente ma la realizzazione effettiva è abbastanza recente.
Ho inserito alcune categorie che rispecchiano quelle che sono le mie passioni.
Sicuramente il fitness è una delle cose che ha contraddistinto la mia vita: ho praticato pallavolo per 16 anni e alle scuole  medie e superiori mi sono tolta molte soddisfazioni con le discipline atletiche, vincendo per 3 anni la coppa migliore atleta dell’anno, avevo anche iniziato a praticare atletica come sport ma per problemi fisici ho dovuto interrompere.
Sicuramente amo il beauty, sono una persona “fai da te” per quanto riguarda la cura del corpo, ad esempio mi applico il semipermanente da sola a casa acquistando tutto il necessario online, anche per quanto riguarda il make up ho sempre amato truccarmi e sperimentare nuovi colori. Anzi in età adolescenziale mio babbo non voleva che mi truccassi e così aspettavo con ansia il carnevale per dare sfogo alla mia creatività.
Del resto in quanto a creatività avrete notato i body pianting fatti sulla mia pancia nel periodo della gravidanza. Addirittura il video watermelon-belly è stato ripostato da tantissime pagine tra Instagram e Facebook.
Riguardo la sezione travel ancora non ho scritto nulla per mancanza di tempo ma amo viaggiare e spero presto di raccontare di posti visitati e mete future con la piccola Valentina. Anzi a breve faremo il nostro primo viaggio, il babbo si trova a Milano per lavoro e lo raggiungiamo per stare assieme, soprattutto adesso che la piccola cambia ogni giorno.
Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *