Il suo primo compleanno con Beatrix Potter

La velocità del tempo che passa è una delle variabili più soggette ai sentimenti che ci siano.

Certe giornate scorrono alla rapidità di un fiume in piena, altre sembrano non passare mai. E così fanno le settimane, i mesi e gli anni.

L’ultimo anno per me è stato caratterizzato da un cambiamento enorme: 12 mesi fa è nato mio figlio, il primo, quello che ti ribalta completamente abitudini e convinzioni.

img_2139

12 mesi che da un lato sono volati e dall’altro sono passati lentissimi, scanditi da biberon, pannolini e una quantità incredibile di novità, scoperte e conquiste.

Io ho sempre avuto l’abitudine di festeggiare i compleanni: mio marito, mia sorella, i miei amici hanno subito la mia voglia di fare baldoria in più occasioni; per quel che riguarda il mio, non mi è mai interessato molto, ma è sempre stata la scusa per organizzare una festa a inizio estate.

pinterest.com
pinterest.com

Se queste sono le premesse, è possibile immaginare quanto sia stata importante per me l’idea di organizzare qualcosa per il primo compleanno di mio figlio: si trattava di festeggiare non solo il suo primo grande traguardo, ma anche i nostri. Perché, come dicono tante frasi fatte che girano per la rete, “quando nasce un bambino, nasce anche un genitore”!

img_1958-1

Lui è nato il 12 Marzo; a fine Novembre avevo già comprato on line tovagliolini, cannucce e cocktail sticks… con i personaggi delle storie di Beatrix Potter. Io da piccina adoravo quel mondo dipinto e raccontato con tanta eleganza e ho dato per scontato che mio figlio avrebbe apprezzato.

img_1956

Prima che nascesse, gli ho ricamato tantissime cose con Peter Rabbit & Co, poi gli ho regalato diversi pupazzi e organizzargli una merenda con questo “tema” è stata una cosa nata da sola!

garden
Il giardino di Mr. McGregor – google.com

Insomma, non ci ho pensato, mi sono mossa.

A me diverte tanto anche pasticciare, quindi, se alcune cose le ho prese on line, altre le ho fatte da sola e molte me le sono procurate senza fretta, con la calma tipica di chi ha tempo e le idee chiare.

img_1718

E così sono nati bicchieri home made, carini ed economici, e la mia casa è stata invasa dalle verdure dell’orto e da coniglietti del Lake District (la regione dell’Inghilterra dove viveva e scriveva Beatrix Potter ndr).

img_1901-1

Per il centrotavola avevo preso delle verdure in lattice che sembravano vere, da mettere in una cassettina di legno, ma non bastava. È arrivata in soccorso mia suocera, con un praticello finto spettacoloso e cestini di fiori. Aggiunti i peluche Peter Rabbit e del cugino Benjamin Bunny (rubati dal lettino di mio figlio), il giardino di Mr. McGregor, set delle birichinate dei coniglietti, era pronto!

img_1968

Avevo preso più lattughe del necessario, per ornare altre stanze e così ho fatto.

img_1902-1

Una cugina mi ha raccontato che la figlia le chiede spesso di far “prendere vita” a questi personaggi e subito ho cominciato a pensare a come accontentarla: ho scaricato da Pinterest alcune paper-dolls, che con precisione certosina ho ritagliato e preparato per la festa. E un giorno mi son imbattuta per caso in un cofanetto di dvd Il mondo incantato di Peter Coniglio: preso e messo come sottofondo silenzioso durante la merenda!

img_1829

I bimbi erano pochi, dai 5 anni in giù. I più piccini stavano in braccio alla mamma, mentre i più grandicelli avevano bisogno di qualche divertimento. Oltre alle paper-dolss dedicate alle femminucce, ho pensato a qualcosa che potesse piacere a tutti: i colori!

img_1958-copia

Ho acquistato tantissime matite colorate e ho trovato in rete disegni da colorare.. con i personaggi de Il mondo di Beatrix Potter, ovviamente! I bimbi si son divertiti moltissimo e tutti si sono portati a casa i propri capolavori finiti e altri da iniziare.

img_2004

La torta era un disegno, un progetto che avevo in testa dal principio: una cosa essenziale, semplice, ma di effetto. Sono ricorsa all’abile mano di mia sorella, una cake designer in erba (su IG @marghera_pgm).

img_1996

Io tra i fornelli non sono bravissima, ma mi piace molto sperimentare. Per questa occasione mi son cimentata nei miei primi cupcake, con una ricetta semplice e genuina per accontentare i piccoli ospiti dai palati delicati.

img_2010

E ho usato la mia rodata ricetta di frolla per biscottini a forma di coniglietto, la stessa dei salatini di sfoglia che hanno imperato per tutto il pomeriggio.

img_1883

Memoria tenerissima delle festine a cui andavo da piccina sono i regalini con cui tornavo a casa, quindi subito mi sono messa a ragionare sul cosa dare ai bimbi come ricordo di questo primo compleanno del cuginetto. Non essendoci tanti bambini, ho deciso di fare qualcosa io… e in poco tempo ho optato per un cartoncino con il beniamino della festa!

img_1947-1

Con l’aiuto di qualche tutorial su YouTube e un po’ di fantasia, ho fatto dei bigliettini che i bambini (o le mamme) prendevano prima di andare via, per continuare le sorprese della festa a casa: Peter Rabbit pop-up!

Il colpo finale è stata una sorpresa per gli ospiti, anche se ormai per me è diventata una tradizione: da quando sono sposata, per le occasioni importanti, ordino sul sito delle M&M’s quelle personalizzate. Per questo primo compleanno sono arrivate bianche e celesti, con il suo nome e con il muso di Peter Rabbit!

img_1950

Mio figlio non si ricorderà mai questa giornata, ma avrà le fotografie, i video che lo vedono chiacchierare con i cuginetti, scartare regali, giocare con i palloncini e soffiare la sua prima candelina -o meglio: provare a spegner con le mani!

img_2846-1

 

E ci sarà un album che gli ospiti firmavano o disegnavano all’uscita, pieno di dediche affettuose, sul quale io ho successivamente inserito le fotografie più belle e i biglietti dei regali.

img_1974-1

img_2050

Come hanno fatto i miei genitori con me, provo a creare per lui dei ricordi da sfogliare e rivivere quando sarà più grande. Le tecnologie di oggi ci aiutano tanto… infatti lui potrà rileggere i racconti della sua prima festina anche qui.

img_2125

 

Caterina Pascale Guidotti Magnani

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *