Come insegnare inglese ai bambini: 3 strategie per avere successo

Sei un’insegnante di scuola elementare e hai bisogno di spunti per creare una lezione? Oppure sei una mamma che vuole mantenere attiva la mente del tuo bambino?

 

Non è semplice attirare l’attenzione per comunicare un concetto, una parola o un’immagine a un bambino. Per questo, ti forniamo alcune strategie per avere successo.

  1. Rendi la lezione divertente

 

Divertimento, divertimento, divertimento! Questo è un fattore che conta davvero tanto per i bambini, sia nel parco giochi che in classe che a casa.

Alcuni insegnanti credono che i bambini imparino meglio attraverso il gioco e questo vale anche per l’apprendimento della lingua inglese.

I giochi sono un ottimo modo per rendere divertente l’apprendimento e per tirare fuori la natura competitiva dei bambini, dando così anche un obiettivo da raggiungere.

 

Ci sono moltissimi giochi per insegnare la lingua inglese ai bambini: questi che andremo a vedere non richiedono alcuna preparazione ma riescono a coinvolgere molto i piccoli discenti.

Simon Says

Il classico Simon Says è ottimo per esercitarsi nelle capacità di ascolto. Puoi usarlo per ripassare le parti del corpo (“Simon dice di toccare la testa”) o le preposizioni (“Simon dice di mettere il ​​piede sulla sedia”).

Memory

Memory è un ottimo gioco per l’apprendimento del vocabolario inglese e per consentire ai bambini di imparare a collegare parole e immagini in maniera divertente. Infatti, si richiede di associare ogni parola all’immagine corrispondente, oppure di abbinare sinonimi o contrari.

  1. La creatività è tutto!

Fare le stesse cose in classe ogni giorno è noioso per i tuoi piccoli studenti, quindi sfodera tutta la tua creatività mentre crei la lezione!

Puoi mantenere lo stesso programma di base ogni giorno, ma variare i tipi di esercizi che proponi. Scegli a ruota le esercitazioni sul libro di testo, i test al computer e la fruizione di materiale didattico sui social media e sul web.

  1. Non mettere pressione ai tuoi studenti

 

Una delle cose più importanti da ricordare quando insegni ai bambini è di non metterli sotto pressione. Ricorda che i bambini apprendono più facilmente le basi delle lingue straniere rispetto agli adulti.

Il loro naturale processo di acquisizione seguirà tre semplici passaggi:

  • riconoscimento delle parole e della grammatica mentre l’insegnante parla
  • risposta alle domande sulle parole e sulla grammatica
  • utilizzo a loro volta delle strutture linguistiche in maniera appropriata.

 

Imparare le lingue su Skype

Negli ultimi decenni, la tecnologia ha portato una ventata di novità anche nelle metodologie dell’insegnamento. Adesso, è possibile trovare insegnanti madrelingua comodamente da casa propria davanti al pc, come avviene ad esempio nel sito .

Tramite applicazioni come Skype, il tuo bambino o ragazzo riuscirà ad apprendere velocemente le lingue, ripassare i concetti fondamentali e fare esercizi grazie ad un tutor di inglese a lui dedicato.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *