L’amore per i cavalli sin da bambini

La mia passione per i cavalli inizia da piccola, quando a casa dei nonni è arrivata Stella, una cavalla da tiro color del miele.

Ci sono passioni che difficilmente si riescono a domare: nascono sin dalla tenera età e, come nel mio caso, perdurano nel tempo. Mio nonno sapeva bene fino a che punto si spingeva il mio amore per loro, quanto sognavo una sella tutta mia, quanto mi immaginavo cavalcare in verdi distese d’erba… lo sapeva così bene che decise di regalarmene uno.

Qualche passeggiata nei campi circostanti mi facevano vibrare il cuore, ma quello che cercavo io era la libertà…

Gill

 

Dopo diversi anni, nei quali avevo riposto il mio desiderio di libertà in un cassetto, sono riuscita a realizzare il mio grande sogno in un ranch alle porte di Padova, La Stalla del Sorriso. Ho conosciuto Romina e la sua “grande famiglia” organizzando il compleanno di Ginevra proprio da loro.

Lo confesso, ho cercato di avvicinare Ginevra a questo mondo che porto da sempre nel cuore. E con lei, ho finalmente aperto quel famoso cassetto dei sogni e ho tirato fuori credo il mio più grande, sicuro quello più desiderato.

Avvicinarsi alla disciplina dell’equitazione significa rendersi responsabili sin da piccoli: non è “un attrezzo” da utilizzare durante le lezioni, prendendolo all’inizio dell’ora e lasciandolo finita la lezione, ma un animale vivente di cui prendersi cura. E se lo si insegna sin da piccoli ai bambini, cresceranno -si spera- uomini in grado di amare e rispettare gli animali.

L’equitazione non è solo uno sport fisico, ma anche (oserei dire soprattutto) mentale.

E’ consigliato l’approccio a partire dai 4 anni, iniziando a socializzare in primis con i pony. Non preoccupatevi se i vostri pupi non saranno subito dei cavallerizzi provetti… ad ognuno il suo tempo!

La mia istruttrice, Romina, mi ha fatto capire una cosa molto importante care WoMoms: le nostre passioni (di genitori), non devono essere necessariamente le passioni dei nostri figli. A 4 anni un bambino non pensa allo sport come disciplina ma come gioco (credo sia giusto sia così).

Se poi, da cosa nasce cosa, preparatevi a trascorrere grandi giornate all’aria aperta, a vivere momenti di forte emozione, a gioire assieme a loro delle conquiste che faranno…

Ginevra pronta a fare la sua prima gara (…Ginevra è la tartaruga ninja con l'”elmetto” rosa)

 

Ogni gara sarà un successo. Credetemi, io l’ho vissuto quel momento e ne conservo gelosamente i ricordi…

La prima partecipazione, i primi ricordi di Ginevra

 

Erica M.

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *