L’eleganza della Lantana bianca

 

Tutti pensano che il giardino esprima il meglio di sé, in estate. Ciò è vero per la prima parte della stagione, poi tutto rallenta, travolto dal caldo (come accade anche a noi comuni mortali) e la forte luce del sole, appiattisce anche i colori più intensi.

La mia soluzione per far sì che il balcone non sfiguri, anzi, possa essere vissuto come una piccola e piacevolissima oasi cittadina, è quella di scegliere piante con fiori bianchi da alternare, se lo spazio lo permette, a sempreverdi.

Oggi vi propongo la Lantana camara.

Si tratta di un arbusto sempreverde che nei luoghi d’origine (America del Sud) può raggiungere anche i 2 metri di altezza ed è persino considerata invasiva. In Italia perde un po’ della sua grinta e si trasforma in un’amabile pianticella adatta anche alla coltivazione in vaso. Per dirla tutta, se vivete in zone con inverno rigido, la coltivazione in vaso è l’unica possibilità per farle superare indenne il gelo, dal momento che non sopporta temperature al di sotto dei 10 gradi. All’arrivo dell’autunno, pertanto, potrete mettere la vostra piantina in un luogo riparato. L’alternativa è di considerare la Lantana, una pianta annuale, alla stregua della più nota Surfinia o di un intamontabile parigino (Pelargonio).

Dovete collocare la vostra Lantana in pieno sole, se volete godere di una fioritura abbondante, avendo cura di eliminare le corolle appassite per agevolare la produzione continua. Utilizzate pure un terriccio universale, mantenendolo ben drenato (i vecchi cocci di terracotta sul fondo del vaso, van sempre bene) e innaffiate quando il substrato è asciutto. Se le piante sono messe a dimora in giardino possono anche sopportare un breve periodo di siccità.
In inverno, invece, andrà bagnata pochissimo.

Oltre a quella bianca, mia prediletta per senso di leggerezza ed eleganza, esistono varietà di Lantana con infiorescenze rosa o arancione e la particolarità è che molto spesso, il colore cambia sfumatura, col passare dei giorni.

Vi lascio con un piccolo consiglio: nel maneggiare la Lantana in fase di invaso, munitevi di guanti perché le foglie leggermente ruvide, possono dar luogo a irritazioni a contatto con la pelle in soggetti particolarmente sensibili.

1437422425751

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

1 Comment

Add Yours
  1. 1
    Emilia

    Tanti consigli sempre utili e tante curiosità svelate grazie a te e all’amore che nutri per le piante! Il mio portico raggiunge il “top” nei mesi di maggio e giugno…ora con il caldo tutto mi sembra stanco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *