San Patrizio: tradizione, birra e allegria!

Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle, che il sole splenda caldo sul tuo viso, e la pioggia cada dolce nei campi attorno e, finché non ci incontreremo di nuovo, Iddio ti protegga nel palmo della sua mano.
(San Patrizio, Benedizione del viaggiatore irlandese)

Ho viaggiato, ma non quanto avrei voluto. Recupererò ora che Ginevra inizia a farsi sempre più grande e autonoma. E tornerò lassù, fra verdi distese e scogliere senza fine.

Ho visitato luoghi incantati, quasi dal sapore magico, e fra i primi posti della mia classifica personale, c’è l’Irlanda, l’isola di smeraldo.

San Patrizio è una delle festività più sentite e più vissute, non solo dagli irlandesi, ma in tutto il mondo. Caratteristiche della festa di San Patrizio sono anche le sfilate per le vie cittadine di metropoli come Dublino, Montréal, New York, Chicago e Boston.

Viene spesso collegata a birra e divertimento, ma non è solo questo. E’ storia, è passato, è tradizione…

Dal 1600 i festeggiamenti si svolgono il 17 marzo; divenne festività nazionale in Irlanda dal 1903, anno in cui si tenne la prima parata nella cittadina di Waterford.

La Chiesa Cattolica, all’inizio del XVII secolo, dopo una certa insistenza da parte del frate (e storico) francescano Luca Wadding, decise di inserire questa festività nel calendario liturgico.

san patrizio

Se raggiungerete la capitale irlandese per questa festa, troverete, oltre a gente di tutte le nazionalità, migliaia di “riproduzioni viventi” di leprechaun, gnomi tipici del folklore e della mitologia irlandese.

I leprechaun sono considerati parte del “popolo delle fate” e la tradizione vuole che abitassero l’isola prima dell’arrivo dei Celti.

Dalla barba rossa e vestiti di verde, invaderanno le vie delle cittadine irlandesi, trasmettendo allegria e voglia di divertimento.

Se sarete ospiti dell’isola di smeraldo potrete gioire anche per un altro aspetto: il cibo e le bevande. Potrete scegliere fra sidro e birra: il sidro di mele, il più famoso, o addirittura di pere volendo.

Quanto alla birra invece, ne troverete di tutti i tipi: chiara, rossa o scura, purchè fresca! Meglio se Guinness e con un trifoglio “impresso” nella schiuma…

 

san patrizio

I piatti tipici invece vengono preparati principalmente con prodotti locali.

Uno di questi è il Roast Dinner, composto da carne di manzo bollita, patate arrostite, piselli e carote bollite. In genere viene servito con il Soda Bread (tipico pane irlandese).

Il pane è composto da farina integrale e la lievitazione avviene grazie al bicarbonato di sodio. Viene usato spesso per preparare diversi antipasti.

Fra i più famosi, troviamo il Crisp Sandwich, uno strato di patate croccanti dentro a due fette di pane.

Come dessert invece, il piatto più mangiato durante la festa di San Patrizio è la Apple Tart, torta di mele locale, che diventerà in men che non si dica, una specie di “droga buona”.

 

La voglia di viaggiare scorre nelle mie vene, assieme a quella per i piatti tradizionali. Ad aspettarvi non ci saranno solo leprecani festaioli e pioggia (quella fa proprio parte del pacchetto vacanze quando decidete di raggiungere l’Irlanda), ma anche divertimento e tanti ricordi da conservare negli anni.

Happy St. Patrick Day to all!

Erica M.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *