5 regole auree per sposare un calciatore (o forse no)

Scopriamo come “accalappiare” un giocatore di calcio.


In una settimana in cui la serie A non ha giocato per lasciar spazio alla Nazionale, vi voglio dare qualche consiglio pratico per “accalappiare” un giocatore di calcio.

Perché lo so che qualcuna di voi nella sua testolina ha pensato, almeno una volta nella vita, che sposare un calciatore sarebbe “il colpo della vita”… forse però non ha calcolato tutte le variabili del caso.

Ecco le 5 regole.

  1. Il calcio vi deve piacere, lo dovete amare, dovete vivere di solo calcio. Perché poi sarà così…calcio, calcio, calcio e ancora calcio!
  2. Se il calcio non vi piace, ecco…abbiamo già un problema. Dovrete fingere di amarlo alla follia, dovrete fare un corso di recitazione all’Accademia di arte drammatica, dovrete far finta di capire alla perfezione le regole del calcio e non fare capire mai a nessuno che siete più interessate agli addominali del giocatore biondino con il numero 6, piuttosto che alla differenza tra una rimessa dal fondo e un calcio d’angolo.
  3. Dovrete armarvi di santa pazienza. Le domeniche non saranno domeniche tradizionali, con gite fuori porta e passeggiate mano nella mano. Le domeniche saranno domeniche allo stadio, con qualsiasi tempo, sole, pioggia, vento, neve a tifare per il vostro lui. Capiteranno anche domeniche in cui lui non giocherà, ma scordatevi la gita di cui sopra perché se c’è la partita e lui non gioca…sarà a dir poco nero di rabbia perché ci sono solo 3 alternative: è infortunato, è squalificato oppure non è convocato. In tutti i casi non sarà propenso a gite romantiche, sarà piuttosto simile ad un leone in gabbia.
  4. Le vacanze in agosto? SCORDATEVELE. In agosto c’è la preparazione e il ritiro con la squadra. In vacanza ad agosto ci andrete, perché no? Ma da sole con le amiche.
  5. Durante la settimana ci saranno gli allenamenti…numero variabile, orari variabili a seconda della categoria in cui il vostro lui gioca.calciatore

Queste 5 regole sono per così dire regole standard, sono regole che valgono più o meno per tutti, dal giocatore del torneo scapoli – ammogliati, al giocatore di fama internazionale.

Se poi la vostra dolce metà ha la fortuna di giocare “a certi livelli”…insomma non proprio nel campetto di periferia, ci sono anche altre regole da tenere presente, come i frequenti ritiri con la squadra (e senza di voi), le trasferte in altre regioni, i viaggi, le interviste, le giornaliste gnocc…hemm…bellissime, i tifosi, le tifose che si fanno tatuare il nome del vostro lui dove non batte il sole, gli sponsor, regole, divieti, e chi più ne ha più ne metta.

Insomma…dovete avere tanta, tanta, tanta pazienza, non dovete essere gelose, percaritàdivina! E dovete anche iniziare a pensare che sì certi giocatori fanno una bella vita, sono famosi, hanno tantissimi soldi, vivono nel lusso sfrenato e si divertono come matti tra feste, discoteche e locali vari, ma non è una vita con ritmi per così dire da gente comune.

Scordatevi il pranzo della domenica, scordatevi la discoteca il sabato sera se lui è in ritiro, scordatevi le vacanze in agosto.

Ecco, siate pronte al cambiamento, all’adattamento, alla metamorfosi…e solo così sarete pronte per sposare un calciatore…quindi…se siete predisposte a queste trasformazioni (che solo noi donne siamo in grado di attuare)….che dire…palla al centro e che la caccia abbia inizio!

Federica

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *