“Storie della buonanotte per bambine ribelli”.

“Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi.”

Così comincia “Storie della buonanotte per bambine ribelli“, il libro scritto da Elena Favilli e Francesca Cavallo che è già diventato caso letterario anche in Italia, dopo l’uscita negli Stati Uniti.

Il libro raccoglie le storie di vita, assolutamente vere e autentiche, di cento donne straordinarie, pioniere coraggiose che non si lasciarono intimorire dagli ostacoli e dalle discriminazioni. Le cento storie, raccontate col tratteggio delicato e il linguaggio semplice adatto ad una favola, portano una ventata di rinnovamento nel panorama della letteratura per bambini, nella quale gli stereotipi di genere sono ancora molto presenti, e offre dei modelli femminili positivi e coraggiosi a cui ispirarsi.

I brevi racconti, tutti accompagnati da bellissime illustrazioni, compongono i ritratti di cento donne che si discostarono con fierezza dal modello della “principessa da salvare”, ribellandosi ai limiti imposti dalla società, dal periodo storico e dall’egemonia maschile: da Grace O’ Malley la piratessa ad Ashley Fiolek la motocrossista, da Alfonsina Strada la ciclista ad Amelia Earhart l’aviatrice, da Margherita Hack l’astrofisica al premio Nobel Rita Levi Montalcini.

C’è anche la storia di Yusra Mardini, nuotatrice siriana rifugiata in Germania, che nel 2016 fece parte della prima squadra di rifugiati della storia a gareggiare alle Olimpiadi, e c’è la storia di Miriam Makeba (Mama Africa), che combatté contro l’apartheid e per 31 anni fu costretta a stare in esilio, ma non smise mai di lottare e di incantare il mondo con la bellezza della sua musica.

Il libro raccoglie storie molto diverse l’una dall’altra, ma unite da un unico obiettivo: che tutte le bambine del mondo possano coltivare fiducia nelle proprie risorse e capacità, perché, come scrivono le autrici, “il potere insito in un cuore pieno di fiducia è un potere in grado di cambiare il mondo”.


Ester T.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *