LA VALIGIA PER L’OSPEDALE

La valiglia più importante.

Parliamo di  un tema che è più che altro un dilemma di ogni primipara: la valigia da portare in ospedale (detta anche valigia parto).

Tra le tante emozioni che vengono a galla prima del parto arriva anche l’ansia da valigia del parto. La domanda classica che ci si fa è sempre la stessa “Cosa porto in ospedale per me e per il mio bimbo?”.

Proviamo a rispondere in chiave fashion!

valigia parto

Prima di tutto va ricordato che ogni ospedale ha la sua lista, che vi verrà consegnata se frequentate dei corsi pre-parto o nei negozi per prima infanzia delle vostre città.

In generale una buona lista è questa:

Per la Mamma

  • 2 camicie da notte di cotone con apertura sul davanti
  • vestaglia e pantofole
  • mutande a rete
  • assorbenti grandi
  • asciugamano
  • necessario per l´igiene personale (in un beauty: spazzolino, dentifricio, deodorante, spazzola, elastici per capelli, burrocacao, Purelan, ecc…)
  • un completo per la dimissione (una tuta o abiti premaman taglia 6 mesi gravidanza)
  • Documenti: codice fiscale, documento di identità ed esami completi della gravidanza

Se avete un cesareo programmato, aggiungete una camicia da notte in più, dato che starete un giorno in più in ospedale, e la fascia elastica. In ogni caso non preoccupatevi dei reggiseni per allattamento, sarete sempre con le tette al vento!

absorba
Absorba

Per il Neonato

  • 4 cambi completi, messi in bustine;
  • 1 asciugamano morbidissimo (vi avvolgono il bebè appena nato: fondamentale la morbidezza);
  • maglietta della fortuna (facoltativo, ma di buon auspicio. Se la prendete, che sia in seta o mussola di cotone);
  • 4 body (preferiteli a kimono, se siete alle prime armi ed avete poca dimestichezza con i cambi);
  • 2 cappellini;
  • 4 ghettine e coprifasce (sono i completini spezzati maglietta e pantalone) o tutine (intere);
  • 1 copertina o uno swaddle;
  • 4 calzini (possibilmente senza cuciture);
  • 1 cambio completo da consegnare in sala parto.

Per il vostro bebè scegliete gli indumenti in lana o cotone in base alla stagione. In generale io sconsiglierei la lana e limiterei la scelta tra cotone invernale (il cosiddetto interlock, quello un po’ “pelosino”) e cotone normale, possibilmente bio.

Ed ecco qualche suggerimento per i primi “outfit” dei vostri bebè (clic per ingrandire), per essere fashion fin dai primi giorni:

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *