Home Lifestyle Allenatori, fallimenti e scuse varie
Allenatori, fallimenti e scuse varie

Allenatori, fallimenti e scuse varie

0

maga magò

Il caso riguarda il pareggio dell’Inter con il Verona, le giustificazioni dell’allenatore ed il suo esonero.

Dopo il pareggio, ottenuto in una partita in cui l’Inter vinceva, Mazzarri, oltre alle critiche insite nella mancata vittoria è stato vittima anche dell’ironia che si è scatenata sui social network.

Beh diciamo che Mazzarri ha un bel concorso di colpa perché con le sue dichiarazioni ha veramente scatenato l’ilarità di tutto il popolo di tifosi, neroazzurri e non.

“E’ colpa della pioggia”. Ecco la responsabile del pareggio dell’Inter non è altro che la pioggia, non hanno alcuna colpa né i giocatori, che magari non hanno giocato la loro migliore partita, né tantomeno l’allenatore, che magari ha sbagliato la formazione, no la colpa è della pioggia.

A parte il fatto che se la pioggia ha condizionato il gioco dei nerazzurri ha condizionato anche i giocatori della squadra avversaria, ma vi pare che se perdete la lotta per accalappiare lo scapolo d’oro con quella donnetta che adesso viene presentata come la sua fidanzata ufficiale date la colpa al fatto che siete ingrassate per aver mangiato troppi dolci?

“Eh sai ho i rotoli di ciccia, le maniglie dell’amore, la cellulite perché mi strafogo come un’oca all’ingrasso e poi dopo cena mangio giusto quattro torte e 25 cioccolatini, ma non è colpa mia, è colpa delle torte che sono lì che mi tentano e anche i cioccolatini, sai sono lì che praticamente mi chiamano e mi dicono mangiami”.

Eh certo…è sempre colpa di qualcun altro o di qualcosa d’altro.

Dell’arbitro, della pioggia, della cioccolata, della cellulite…

Ormai è difficile sentire qualcuno che si assume la responsabilità del fallimento, di qualunque genere esso sia.

Certo, che dopo le maniglie dell’amore non finiscano su Twitter o su Facebook e vengano sbeffeggiate come la pioggia di Mazzarri è vero e del tutto comprensibile se si pensa che, per quanto voi siate famose, i fallimenti in amore godono di un rispetto diverso di quello per il mondo del calcio.

Il calcio è così, lo si ama, lo si odia, ci si punzecchia e ci si prende in giro a vicenda.

Se poi un allenatore si giustifica dando la colpa alla pioggia, beh…accetta il rischio dell’ilarità altrui.

Quindi occhio donzelle, il calcio può diventare fonte di risate e di divertimento anche oltre una partita, in fondo non è difficile da capire…provate a pensare se Maga Magò perdesse la finale per l’elezione della Miss Universo Cartoonia contro Cenerentola e desse la colpa alla costumista che non le ha stirato correttamente il vestito…insomma, peggio che arrampicarsi sui vetri con le mani insaponate.

La regola vincente dopo tutto non può che essere una sola: prima di parlare collegare il cervello, pensare attentamente, valutare ciò che si dice e soprattutto…se si spara una cavolata fallo con classe e con stile.

Maga Magò può sempre complimentarsi con Cenerentola, stringerle la mano e inavvertitamente pestare la scarpetta di cristallo.

La scarpa si romperà, lei cadrà per terra, entrerà l’arbitro, ammonirà Maga Magò che per le proteste verrà ammonita per la seconda volta e quindi verrà espulsa.

Ecco…è colpa dell’arbitro…sempre lì si torna.

E vuoi vedere che anche Maga Magò chiederà la moviola in campo???

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *