Home Create&Celebrate Bulbose a fioritura primaverile
Bulbose a fioritura primaverile

Bulbose a fioritura primaverile

0

Di bulbi ne esistono vari tipi (Tulipani, Giacinti, Muscari, Narcisi, Bucaneve), capaci di dar vita a fioriture molto diverse fra loro e in stagioni diverse.

1ffae33b9481f995d6187d956a3fb286
Alcuni, sviluppano pianticelle piccine come i Crocus, altri, altissime come le Corone imperiali (Fritillarie).
Solitamente amanti del sole, e tuttavia non esenti da eccezioni come i Mughetti (Convallaria Majalis) che preferiscono posizioni più riparate, o come gli Allium, che a dispetto degli insegnamenti accademici che li indicano come piante da sole, s’incapricciano talvolta a fiorire meglio all’ombra.d62a9260f1df03b924fb605ec31e7253

Al di là delle differenze, una cosa le bulbose l’hanno in comune (ed è ciò che più apprezzo e quasi ne costituisce valore aggiunto rispetto al rimanente regno vegetale): si piantano, dopodiché ci si può dimenticare di loro e bagnare solo in caso di siccità prolungata, poi un giorno a sorpresa, dopo mesi , si vedeno spuntare i primi germogli. E la sorpresa è ancora più gradita, quando il miracolo di quella piccola rinascita si ripete di anno in anno.

Se vi chiedete cosa fare con quegli adorabili bulbetti a fioritura primaverile che praticamente sono saltati da soli, nel carrello della spesa, sappiate che ora, e fino a novembre, è il momento per interrarli. In vaschetta sarà sufficiente usare un buon terreno universale, mentre in giardino può essere necessario eliminare qualche erbaccia e lavorare il terreno con poca sabbia se dovesse risultare troppo argilloso, in modo da migliorare il drenaggio.
Io, che non giro tanto intorno alle cose e non amo riempirmi la casa o il capanno, di inutili accrocchi, utilizzo una semplice palettina per scavare il necessario, ma se volete fare le cose per benino, potete munirvi di apposito piantabulbi. Che poi, se amate il genere vintage e dintorni, potreste trovarne uno dotato di fascino mica da ridere.

Detto ciò, due sono le regole fondamentali per una buona e duratura coltivazione delle bulbose:
1) interrare ad una profondità doppia rispetto alle dimensioni del bulbo
2) terminata la fioritura, recidere lo stelo con il fiore appassito, ma per il fogliame, attendere il completo ingiallimento.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *