Home Lifestyle Cosa metti sotto l’albero, regalo o dono? E se ci metti un cane, ricorda che è per Sempre!
Cosa metti sotto l’albero, regalo o dono? E se ci metti un cane, ricorda che è per Sempre!

Cosa metti sotto l’albero, regalo o dono? E se ci metti un cane, ricorda che è per Sempre!

0

locandina-non-siamo-giocattoli-2013-GTra poco sarà di nuovo Natale. Già gli addobbi spuntano come funghi per le vie della città, nelle vetrine dei negozi, sui social e c’è chi a fine novembre ha già fatto l’albero. Ecco che si pensa ai regali, la corsa sta, o è già iniziata agli acquisti da mettere sotto l’albero nella notte più magica dell’anno. Ma noi, cosa metteremo sotto al nostro albero, regali o doni? Il significato delle due parole sono diversi.

Regalo deriva da “rex” e “gala” che sta per “vivere da re”, “fare festa come si conviene a un re”, cioè una dimostrazione di opulenza. Regalare deriva anche da “regalia” che erano i diritti spettanti al re di cui egli poteva fare concessione ai suoi sottoposti per ricompensa di altri servigi. Ecco perchè fare un regalo ha il significato di attesa di scambio.

Sinonimo di regalo è la parola Dono, ma la sua origine è completamente diversa, deriva dal verbo dare ed indica “ciò che si da senza attesa di ricompensa”. Non voglio annoiare più di così addentrandomi nel significato evangelico del Dono di Natale, ma quello che mi piace sottolineare è che se noi educhiamo i bambini al Dono, diamo un senso di genuinità al significato del Natale, un importante sfumatura di Amore a prescindere dal simbolo religioso della festa.

Dopo questa lunga premessa, tra regali o doni da mettere sotto l’albero destinati ai nostri cari, con l’intento di farli felici, di stupirli, di far sentir loro tutto il nostro affetto, ce n’è uno, in ASSOLUTO da non fare, a meno che…ma vediamo cosa. L’ Animale domestico…si dice così, ma a me personalmente non piace questa etichettatura, mi piace dire un “amico” o un “compagno di vita” e ci aggiungo Per Sempre! Purtroppo i dati diffusi a luglio 2015, sono tutt’altro che esaltanti per l’Italia: ogni anno subirebbe l’abbandono una media di 80.000 gatti e 50.000 cani. Il picco di abbandoni si registra ovviamente nel periodo estivo. Le stime parlano di un incremento di acquisti di animali domestici in occasione delle festività natalizie che poi gran parte ne subiscono l’abbandono nella stagione estiva.  Spesso i genitori accontentano il desiderio dei figli senza essere consapevoli della responsabilità che l’acquisto di un animale comporta.

E se proprio proprio non se ne può fare a meno, se il gattino o cagnolino lo desideriamo tanto fortemente con tutto il cuore, non compriamoli, andiamo a farci un giro nei canili, per rifugi o nei gattili, dove tante creatue innocenti, desiderose di amore e dispensatrici di amore aspettano una famiglia PER SEMPRE!

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Carla Zanutto Mi occupo di fitness. Sono mamma e nonna. Ho tre Labrador e un'adorabile meticcia. Da 6 anni faccio parte del Pengo Life Peoject, un progetto italiano per la tutela e la salvaguardia dell'Elefante Africano in Kenya. Nel tempo libero mi trovi incollata tra le pagine di un libro.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *