Home Lifestyle Ho detto si: Martina
Ho detto si: Martina

Ho detto si: Martina

0

1

Ancora non ci credo che tra poco più di 3 mesi potrò dire di essere finalmente MOGLIE.

Ho sempre pensato che fosse solo tipico delle favole il lieto fine: l’anello a dito, tutto rose e fiori e la principessa che se ne va sul cavallo bianco col suo principe azzurro.
Eppure mi sono ricreduta!!! Non solo per il fatto che il mio principe azzurro l’ho trovato ed è pure tatuato , ma anche di poter avere un nido d’amore tutto nostro e realizzare il sogno del matrimonio.
Mi ritrovo a 21 anni e dire di avere davvero tutto: una famiglia che adoro e che se anche tra poco lascerò, so che comunque mi appoggerà sempre in tutte le mie scelte, come per esempio quella di sposarmi così giovane, nonostante tutti i sacrifici che anche i miei genitori abbiano dovuto far fronte prima per farmi studiare e ora per garantirmi e crearmi un futuro; un diploma, tanto sudato, ma arrivato senza MAI darmi per sconfitta, anche quando perdevo lo sconforto; un lavoro che amo e che mi permette di vivere serenamente i miei rapporti con tutti; un fidanzato che adoro, perdutamente, in tutte le sue sfaccettature e che mi aiuta ogni singolo istante in una battaglia più grande di me che affronto da un sacco e nonostante i mille problemi, trova sempre una parola che mi permetta di ritrovare la forza per andare avanti; ed infine un diamante al dito.
Un diamante è per sempre e così il nostro amore.  Anzi, ma cosa dico? AMORE!!
4
Era esattamente l’ 1 Marzo, dell’ anno scorso, e in occasione del mio 21esimo compleanno le mie amiche decisero di farmi una festa a sorpresa, una fetta di torta, un bicchiere di spumante il tutto accompagnato però da sorrisi e abbracci, nulla di che, ma che carine! Sopratutto perché sono riuscite  a mantenere l’emozione di quanto sapessero che mi sarebbe successo di lì a poco; difatti ricevo un messaggio da Andrea il quale mi dice di uscire dal locale che è venuto a salutarmi.
Scambiamo due parole e mi fa sedere in macchina e parte.
Incredula, sorpresa e anche un po’ arrabbiata di ciò che avesse fatto senza farmi salutare le mie amiche, “che figura!” ho subito pensato e invece loro erano già consenzienti.
Percorre qualche chilometro e rallenta, una strada buia, isolata, non una macchina che passasse in quel momento, mi benda e prosegue.
Fatico a descrivere le sensazioni provate in quell’istante, ma posso assolutamente affermare di aver avuto il cuore che mi batteva all’impazzata, le mani sudavano freddo – persino i piedi!- la salivazione praticamente assente.
Iniziavo a capire…
Avevamo già parlato di matrimonio, ma mai avrei immaginato di ricevere la proposta.
Alla fine non è così scontata!
Riparte per fermarsi poco dopo.
Scende dalla macchina e sento aprire il baule “ma cosa starà mai facendo??”.
Mi sbenda e di sottofondo sento “Sturdust” di Mika & Chiara e già lì pensavo di morire; mi emoziona troppo quella canzone!!
Davanti a me una Tour Eiffel in 3D.
Mi consegna una lettera e parto coi fiumi di lacrime.
Amo il suo modo di scrivere, parlare, le sue parole, persino la sua punteggiatura!
Quella lettera mi colpisce profondamente. I miei sentimenti. Rievoca in me ricordi tanto da non riuscire a proseguire a leggerla, ma alla fine tra un sorriso, una lacrima di felicità e una di malinconia, arrivo alla fine.
La lettera conclude con un “E ADESSO….”
Per un attimo ho pensato mi portasse davvero a Parigi, mai più sarei andata a pensare all’anello, cioè sì alla fine ci speravo, ma dal momento che vidi la fantastica Torre, ho pensato mi ci portasse. Il mio più grande desiderio!!
Ma poi ho pensato che fosse impossibile per il lavoro, non potevo chiedere ferie; né io né tanto meno lui.
Parte “Marry You” di Bruno Mars.
In una frazione di secondo lo vedo inginocchiarsi, dalla tasca sporge la fantastica scatolina che potrebbe essere una come un’altra e invece dentro il DIAMANTE che ci unirà per sempre e la famosa domanda:
“MI VUOI SPOSARE?”
Non ricordo di aver risposto giuro, ero talmente occupata di ridere, di piangere , ma in particolare di cercare anche di respirare che non capivo nulla, ma la risposta è scontata, no?
Lo abbraccio, lo bacio, ma poi di colpo mi guardo intorno, non avevo nemmeno badato dove fossi!
Ma si può?
Mi rendo conto di essere davanti alla nostra casa, che pochi giorni prima eravamo andati a vedere e in quell’occasione mi disse che finalmente era diventata nostra.
LA FELICITA’ non più solamente della proposta e del brillocco, ma anche della nostra casetta!
Sicuramente ora, non associo più il mio compleanno ad un episodio orribile della mia vita, ma ad un cambiamento radicale più che positivo.
Non sarà la proposta da “mille e una notte” per qualcuno, ma per me è stata la migliore al mondo e auguro a tutte un’emozione così grande che sicuramente ti addossa gioia, felicità, adrenalina, preoccupazioni, responsabilità, ma ti apre le porte di una nuova vita accanto a chi ami. Per tutta la vita.
WAITING FOR 9 MAGGIO. 
2
Nel mio profilo Ig marsmarti troverete tutti gli aggiornamenti dei preparativi e della casa. Amo condividere attimi di vita con voi.
Martina
Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
WoMoms WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *