Home Lifestyle Hygge: la felicità del quotidiano
Hygge: la felicità del quotidiano

Hygge: la felicità del quotidiano

0

Sicuramente vi sarà capitato di incontrare, un po’ ovunque ultimamente, la parola danese Hygge, usata in riferimento ad atmosfere comode, accoglienti e calorose.
Questo termine (che non trova un preciso corrispettivo italiano) è diventato molto in voga soprattutto sui social, dove ormai spopola associato ad hashtag che rimandano alla gioia delle piccole cose, alla convivialitá e alla piacevolezza di ambienti arredati ad hoc per essere più confortevoli e riposanti possibile.
Appassionata di arredamento e curiosa di natura, potevo forse non saperne di più sull’argomento? Ovviamente no e così sono andata dritta dritta ad acquistare il best seller di Marie Tourell Søderberg: “Hygge il metodo danese per vivere felici”.


Decisa a conoscere ogni segreto per rendere hygge la mia casa, in realtà, leggendo il libro, ho scoperto che per i danesi l’hygge è ben più di una inclinazione meramente estetica. É, piuttosto, l’attitudine a voler trovare la felicità nelle piccole cose di ogni giorno, é un senso di appagamento interiore, una predisposizione verso la gioia quotidiana, per dirla con le parole della Søderberg: “una specie di bussola che ci guida verso piccoli momenti che il denaro non può comprare, per scoprire la magia dell’ordinario“.
È considerato molto hygge, ad esempio, leggere un libro, fare un bagno caldo, accendere una candela, trascorrere del tempo con i propri cari consumando insieme un pasto e chiacchierando piacevolmente (televisione e cellulari accesi mentre si mangia non sono per niente hyggeling, manco a dirlo), insomma, fare tutto ciò che ci aiuti ad entrare in connessione con noi stessi e con gli altri e che ci faccia sentire intimamente bene.
Comunque, benché l’hygge abbia dei risvolti sociali e culturali molto profondi, é innegabile che l’aspetto che lo ha reso più famoso fuori dai suoi confini nazionali, è quello che riguarda la cura e l’attenzione per gli spazi abitativi.

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Una casa “hyggelig” deve accogliere con un’atmosfera edificante e una sensazione di appartenenza. I danesi trascorrono molto tempo in casa, per via delle condizioni climatiche avverse, perciò impiegano tempo ed energie nel rendere hyggelig la loro abitazione.
Se anche a voi piacerebbe far sbocciare un’atmosfera hygge in casa vostra, ecco alcuni consigli tratti dal libro della Søderberg:

1)Prestate attenzione alla scelta dei materiali: il legno, le lampade con i paralumi di carta, le ceramiche e il vasellame sono parte del DNA dello stile scandinavo.

2)Accanto ai mobili nuovi, lasciate spazio anche per vecchi mobili o oggetti provenienti dalla casa della vostra infanzia o che fanno parte della vostra tradizione familiare.

3)Assicuratevi che le luci siano soffuse e calde.

4)Create una rigogliosa zona verde dentro casa: in casa, tante piante riunite tutte insieme funzionano meglio di una piantina qui e un’altra là.

5)Quando arredate la vostra casa seguite il cuore e siate voi stessi, niente è più hygge che essere spontanei e autentici!

Ester T.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *