Home Lifestyle Nuovi emigranti, giovani che cercano un futuro all’estero
Nuovi emigranti, giovani che cercano un futuro all’estero

Nuovi emigranti, giovani che cercano un futuro all’estero

0

Dai tanti ricercatori a chi “ci prova”, sono tanti gli italiani che cercano fortuna all’estero! Complice la situazione economica non facile o la voglia di un’esperienza di vita sono molti i nostri connazionali che si trasferiscono  per cercare lavoro e migliorare la propria vita. Tra questi  c’è Michela,  friulana di nascita newyorkese di adozione. Seguendo la carriera del marito si è trasferita nella grande mela sperando nel sogno americano e tanto è stato! Insieme a Luca, il pizzaiolo ed altri ragazzi, gestisce la Pizzeria Sottocasa a Williamsburg, un vero trionfo del “made in Italy” a New York!

La Pizzeria è all’interno di un fantastico locale “industrial style” nel fantastico e vivace quartiere di Williamsburg abitato da giovani e artisti che poco ricorda il caos della vicinissima Manhattan. Ho incontrato Michela proprio nel suo locale, ed è stato come incontrare un’amica di vecchia data complice il fatto, che gli italiani all’estero fanno subito comunità.

Ma non è stato sempre tutto semplice. Come ci racconta il suo trasferimento all’inizio è stato complesso, trovarsi quasi da sola in una città nuova, con una lingua diversa e, seppur Michela parli un ottimo inglese, trovarsi a risolvere le questioni quotidiane è ben diverso da fare una vacanza.

Ma questa fantastica ed  energica donna non si è persa d’animo, anzi si è rimboccata le maniche iniziando un servizio di catering (viste le sue ottime doti culinarie) e creandosi delle opportunità lavorative. Come lei stessa ci conferma “ Negli Stati Uniti se hai voglia, fantasia e una buona idea, puoi fare molto”! Così è iniziata la sua avventura americana ma non finisce mica qui, da brava donna d’affari ha in mente altri progetti che le auguriamo si concretizzeranno e magari torneremo a raccontare!

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *