Home Lifestyle Piacere, sono Natalia!
Piacere, sono Natalia!

Piacere, sono Natalia!

0

 

Alzi la mano chi di voi non ha un account instagram! mmmhhh… ce l’avete tutte, immaginavo!

La fotografia è il mio secondo lavoro, la mia passione, la mia “libertà” mentale (se così vogliamo chiamarla…). Smanettando quotidianamente su instagram, osservando le foto degli altri, scoprendo molto spesso gallery incantevoli, ho trovato per caso lei, Natalia. Ho sfogliato tutta la sua galleria fotografica, per poi passare a navigare sul suo sito, e arrivare alla fine a volerla conoscere di persona.

Così l’ho contattata e ci siamo accordate per una sessione fotografica a Ginevra.

Una volta aperta la porta del suo studio, mi sono trovata catapultata in un modo quasi irreale: pareti bianchissime, pavimento in legno, tutto perfettamente in ordine. Un carrello appendiabiti da favola, per bimbi e mamme, chiffon, seta, tutti colori neutri… praticamente avevo gli occhi a cuore, modello emoticon di whatsapp!

Nello studio di NATALIA  sembra di essere in una fiaba. Carrellini di legno, piccole sedie, coperte e pupazzi, ma non solo.

unnamed (1)

Ho trovato in lei infinita pazienza (perché con i bambini si sa, ce ne vuole tanta!) e modi gentili.

Questi sono alcuni dei suoi scatti, ma sul suo sito trovate uno splendido archivio di emozioni!

L’ora che abbiamo passato insieme io, lei e Ginevra è stata anche un momento di scambi reciproci… da qui l’idea di intervistarla per voi per farvela conoscere meglio…

 

1 Chi è Natalia?

Sono una persona molto passionale. E’ la passione che mi porta a fare determinate scelte: dalla scelta del paese dove vivo all’uomo che ho sposato e infine al lavoro che faccio. Nella vita ho tanti ruoli: sono una donna, una figlia, una mamma, una fotografa. Cerco di tenere in equilibrio questi ruoli anche se non è sempre facile.  

 

2 Quando e come ti sei avvicinata alla fotografia?

La mia strada è lunga. Direi che tutto è cominciato con l’amore per il cinema e il teatro. Ho ottenuto la laurea in storia e critica teatrale. Negli anni universitari sono stata  attratta da tutte le arti visive, ho visitato varie mostre ed esposizioni, e certamente la fotografia, come una tra le più moderne arti che esistono, non poteva mancare. La fotografia è una malattia di cui non si può guarire. Una volta che la conosci non puoi più vivere senza. Così è successo anche a me. Mi sono appassionata circa 15 anni fa e da allora è lei che comanda me.

unnamed (2)

3 Cosa ti ha portato a scegliere il modo particolare la ritrattistica infantile?

Fotografavo un po’ di tutto, ma particolarmente mi piaceva la street fotografia e paesaggio. Quando è nato il mio primo figlio 8 anni fa, come tutte le mamme gli facevo tantissime foto. Dopo sono arrivati altri due bambini e la mia passione per la  ritrattistica infantile è diventata sempre più forte e non mi bastava più fotografare i miei figli. Volevo regalare anche ad altri genitori le emozioni che provavo io guardando le belle immagini. Ho trovato che in altri paesi, come gli Stati Uniti e l’Australia, questo genere di fotografia era molto sviluppato, e così ho cominciato a  guardare e studiare l’esperienza dei colleghi d’oltreoceano. Ecco come sono entrata in questo meraviglioso mondo della fotografia per bambini e famiglie.

 

4 Ami fotografare gli altri, ma a te piace essere fotografata?

Sì, sono molto vanitosa e mi piace fare la modella. Ma non solo questo è il motivo per cui mi metto volentieri davanti all’obiettivo. Sono convinta che ogni mamma deve avere il ritratto con i suoi figli. Lo deve fare per lei stessa, per i bambini e per le future generazioni. La fotografia è un documento che resta nel tempo, un ricordo che rimarrà negli anni.

 

5 Hai qualche suggerimento da dare alle nostre lettrici amanti della fotografia?

Quello che posso suggerire è fotografare i bambini nella loro quotidianità e nei momenti speciali. Non temere niente e provare nuove tecniche. Ma la cosa più importante che consiglio non solo alle lettrici ma anche a me stessa è di stampare le foto, non lasciarle nella memoria digitale dei dischi, ma creare gli album, cornici e pannelli. Arredare la casa con le immagini è il miglior modo di dare la vita alle foto.


unnamed

 

Facebook: Natalia Novozhilova Photography
Instagram: natalia_novozhilova

Un grazie speciale a Natalia per aver accettato di essere intervistata.

Rispondendo così al titolo di questo post… PIACERE NOSTRO NATALIA!

 

unnamed

 

A presto, un abbraccio a tutte!

@erica_womoms

 

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *