Home Fashion Che scarpe scegliere per nostro figlio?
Che scarpe scegliere per nostro figlio?

Che scarpe scegliere per nostro figlio?

0

157-scarpe-naturinoSono mamma di un bambino di tre anni e mezzo e mi sembra ieri quando a soli 10 mesi, dopo un mesetto durante il quale gattonava come un bradipo, lui si alzava e cominciava a stare in piedi da solo, a fare qualche passo attaccato a divani, sedie, letti e mobili, a camminare…

Beh, immagino che per un cucciolo di soli 10 mesi, ma di ben 10 kg, imparare a camminare da solo sia stato un successo senza eguali.

Di lì come genitori ci siamo chiesti: che scarpe comprare per farlo camminare bene? E’ meglio tenerlo scalzo o fargli indossare delle buone scarpe? Come mai i suoi piedi sembrano piatti?
Per avere risposte rassicuranti ci siamo rivolti al pediatra, il quale ci ha presto tranquillizzati, dicendoci che i piedi dei bambini, nel periodo in cui gattonano e tentano di alzarsi, sono completamente piatti.
E’, invece, l’atto del camminare che fa formare la “volta plantare”.
Fino ad allora i piedini sono stati dei veri e propri organi di senso, che dovevano muoversi liberamente e su diversi tipi di superfici per allenare al meglio la muscolatura.
Ma nel momento in cui il bambino inizia a camminare da solo è importante scegliere una scarpa che soddisfi alcuni requisiti:

I MATERIALI

Le scarpe dei bambini devono essere costituite da materiali naturali: la pelle per la tomaia, la fodera e la suola interna.
Da scartare i materiali sintetici che fanno sudare il piede, lo fanno scivolare, influenzando negativamente la postura e recando fastidio al bambino.

LE CARATTERISTICHE

E’ importante che la scarpa abbia una suola morbida e flessibile al fine di consentire un’ampia possibilità di movimento al piede del bambino.
Allo stesso tempo la tomaia non deve essere troppo leggera per evitare che la struttura si deformi.
La parte anteriore della scarpa deve potersi piegare a 90° con una semplice pressione della mano in modo da consentire alle dita completa libertà di articolazione.
La parte posteriore della scarpa deve possedere un robusto contrafforte che stabilizzi il calcagno e prevenga il rischio di torsioni laterali.
Non è necessario alcun tipo di plantare, ma semplicemente una suola interna che agevoli l’appoggio corretto, sostenga la volta del piede e lo sviluppo dell’arcata plantare.
La suola esterna deve essere antisdrucciolo, realizzata in modo da facilitare la presa sul terreno e agevolare l’incerta camminata del bambino.

Per nostro figlio abbiamo comprato scarpe di marchi diversi, senza tuttavia mai rimanere completamente soddisfatti né dell’uno né dell’altro marchio, finché un giorno abbiamo acquistato un paio di scarpe Falcotto… e da allora siamo rimasti fedeli al brand.

Falcotto è la linea di scarpe per gattonare e per il primo passo di Falc S.p.A., azienda italiana già leader nel mercato delle calzature da bambino con il brand Naturino.

Fondata nel 1974 a Civitanova Marche, nel cuore del distretto calzaturiero marchigiano, la Falc è oggi una realtà globale e moderna, conosciuta nel mondo per l’eccellenza, lo stile e l’innovazione dei suoi prodotti.
La linea Falcotto, pensata per i bambini che gattonano e muovono i primissimi passi, è stata lanciata nel 1982.
Falcotto propone calzature per i bambini dai 9 mesi ai tre anni, adatte per ogni occasione e disponibili dalla taglia 17 alla 26.
E adesso che dovrò scegliere delle scarpe taglia 27? Ecco, a partire da questa taglia inizierò ad acquistare scarpe Naturino, che è la linea di calzature per bambini prodotta sempre dall’azienda Falc S.p.a.
Sapere che Naturino ha ricevuto il sigillo di approvazione da parte dell’APMA, l’Associazione Americana Medici Pediatri, uno dei riferimenti internazionali più autorevoli per il settore, ci rende ancora più sicuri della scelta.

Inoltre, sul sito ufficiale esiste anche lo shop online, un motivo in più per acquistare queste scarpe se non vi è alcun rivenditore nella vostra città.
E voi, mamme, che scarpe scegliete per i vostri figli?
Se ancora siete incerte, spero che con questa lettura vi abbia dato un buon consiglio…

Laura Guida

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *