olio di neem
Beauty

L’olio di Neem e le sue proprietà curative

L’olio di Neem, conosciamolo meglio insieme!

L’olio di Neem viene chiamato in India col nome Arishta che significa “albero capace di curare tutte le malattie”, il che è già tutto dire. In Italia invece viene chiamato “di Neem” perché deriva dal nome della dea Neemari.

Il sempreverde Arishta è una pianta utilizzata per le sue proprietà antibiotiche, antibatteriche, antinfiammatorie e antiparassitarie. Sebbene di questa pianta venga utilizzato quasi tutto, nei semi vi è la maggiore concentrazione di sostanze utili dagli effetti curativi. Lo si può trovare in commercio in diversi colori: dorato, giallo scuro, rossastro, marrone, verdognolo e rosso acceso.

L’olio di Neem che troviamo in vendita, non può essere assolutamente ingerito. Può essere impiegato per applicazioni esterne o cosmetiche, sia per noi sia per i nostri animali o piante.

olio di neem

Per cosa viene utilizzato?

Ha un’azione antibatterica e antivirale, viene impiegato per contrastare salmonella tifi e lo stafilococco aureo. È usato in paste dentifricie che contrastano placca e sbiancano i denti. O anche sotto forma di tintura madre dalle proprietà antisettiche e contro l’Herpes Virus (labiale e corporeo).

Ha un’azione antinfiammatoria: risolve molte affezioni gengivali ed è un valido aiuto nel trattamento di dolori dovuti a strappi muscolari, artriti e reumatismi. Azione antiossidante e antietà. Ha un’azione cicatrizzante ed è impiegato in caso di psoriasi, eczemi ed ustioni. Azione antifungina. Azione insettifuga contro le punture d’insetti, contro i pidocchi e la scabbia. Per i nostri animali funge da anti-pulci e da antiparassitario per le piante.

L’olio di Neem è consigliato inoltre per il trattamento di:

  • crampi, dolori muscolari, artriti, reumatismi
  • Eczema, acne, dermatiti, herpes labiale
  •  Emicrania: due gocce sulle tempie, massaggiare
  • Micosi, Psoriasi e verruche

Può essere aggiunto nella quantità di poche gocce in creme naturali della linea o in oli vegetali più delicati, come l’olio di mandorle dolci o l’olio di jojoba.

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.