Home Health & Wellness Ma tu sai che cos’è la fibrosi polmonare idiopatica
Ma tu sai che cos’è la fibrosi polmonare idiopatica

Ma tu sai che cos’è la fibrosi polmonare idiopatica

0

image-2016-11-28-12-16-19-492Oggi vi vorrei parlare di un argomento delicato, niente frivolezze. Ogni tanto bisogna far spazio all’informazione, soprattutto quando si tratta della nostra salute.

Le patologie rare sono come spettri, entità astratte. Pensiamo che non ci possano neanche sfiorare, confortati da statistiche e probabilità esigue. Ma non sarebbe meglio informarsi comunque, per noi e per chi amiamo? Riconoscere i sintomi di una malattia può fare la differenza perché una diagnosi corretta e precoce significa intraprendere un percorso terapeutico specifico che può rallentarne la progressione, aumentare il tempo di sopravvivenza e migliorare la qualità di vita dei pazienti.

Questo è il caso della Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF), una malattia molto rara che in Italia colpisce 16 persone su 100 mila, prevalentemente uomini nella fascia d’età compresa tra i 50 e i 70 anni. Parlando in termini tecnici la malattia si manifesta con un’alterazione del tessuto polmonare (simile a cicatrici) che diventa sempre più rigido e non riesce quindi a garantire la corretta funzionalità dell’organo.

Ma ricordate che vi parlavo dell’importanza di saper riconoscere i sintomi? Questa patologia presenta come primi sintomi una tosse secca persistente e dispnea (quando vi manca il fiato praticando attività abituali come camminare o spostare pesi). Facile confonderli con altre patologie polmonari. E così si ritarda la diagnosi e l’inizio delle cure che potrebbero fare la differenza.

La campagna #FightIPF, progetto internazionale promosso da Roche, si pone come obiettivo proprio la sensibilizzazione della popolazione nei confronti di questa malattia. Inoltre la campagna vuole stimolare familiari e pazienti stessi a non mollare, a non farsi abbattere psicologicamente dalla malattia. La corretta informazione, anche da parte del medico curante, è fondamentale e una diagnosi precoce può indirizzare i pazienti ad un immediato accesso alle cure adeguate che potrebbero prolungarne la vita.

La campagna prende ispirazione dalla canzone “Fight Song” della cantante statunitense Rachel Platten, e trae spunto da un coro composto da nipoti e figli di pazienti affetti dalla patologia che vogliono infondere ne propri cari coraggio e determinazione: la forza di lottare contro la malattia e continuare ad informarsi per prendere decisioni più consapevoli per il proprio futuro.

Il video condiviso di seguito è visualizzabile anche dalla piattaforma online fightipf.it  che riunisce pazienti e medici specialisti per fornire informazioni sulla malattia e su come gestirla al meglio.

https://youtube.com/watch?v=osYyHBzecv4

 

Buzzoole

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *