Lifestyle

5 idee per non far annoiare i bambini in casa

5 idee per non far annoiare i bambini in casa

Oggi più che mai, sempre più spesso può capitare che i bambini si trovino costretti a restare rinchiusi in casa, con il rischio di annoiarsi tremendamente. La causa di questa noia può essere la mancanza di inventive riguardo a come passare questo tempo nella propria abitazione. La soluzione però non può che essere di lasciare spazio alla creatività.

I genitori possono però trovarsi impreparati davanti al bisogno di trovare attività adatte ai propri pargoli. Disegni, giochi da tavolo, puzzle, barzellette… quali attività proporre ai piccoli in cerca di divertimento? Bisogna tenere bene a mente che ognuna di queste soluzioni presenta caratteristiche diverse. Alcune stimolano ad esempio in modo specifico la creatività dei piccoli, altre la logica e le attività mentali, e così via. Vediamone alcune.

Giochi da tavola

I giochi da tavola sono ovviamente un classico senza tempo a cui ricorrere in ogni momento. Che siano quiz, giochi di ruolo, di carte, tombola, scacchi, sudoku, scarabeo: le alternative sono moltissime. Ognuna delle quali con aspetti unici che alcuni bambini prediligeranno rispetto ad altri. E che in molti casi riusciranno a coinvolgere anche mamma e papà. C’è solo un’accortezza da rispettare: quella di non fare entrare in competizione grandi e piccini!annoiare i bambini in casa

Attività artistiche

Un’altra possibilità è di ricorrere alla creazione di un’opera artistica, permettendo ai bambini di stimolare la loro creatività e la loro vena artistica. Magari rafforzando anche le abilità manuali e intellettive, con la possibilità di scoprire i loro talenti nascosti. Tra le varie opzioni in campo, c’è quella di lavorare con materiali plastici come argilla, creta, plastilina o pongo. Si potrebbero modellare a mano i personaggi dei cartoni animati preferiti dai bambini, ma anche gli animali di una fattoria, o semplici figure geometriche. In alternativa, si può sempre pensare di realizzare un grande disegno colorato, che coinvolga tutta la famiglia.

Giochi di parole

Tra le attività più tradizionali ci sono i giochi di parole: filastrocche, indovinelli, scioglilingua, barzellette… Sono questi giochi educativi che stimolano le capacità intellettive e linguistiche del bambino attraverso il divertimento.

Divertimenti domestici

Per i bambini è sempre divertente imitare la mamma nei lavori domestici, quindi far partecipare il bambino attivamente nello svolgimento di alcuni compiti sarà una buona idea per evitare che i piccoli si annoino, imparando nel contempo, ad effettuare semplici faccende domestiche con l’aiuto della mamma. Che si tratti di sistemare la propria cameretta, infilare i panni sporchi nella lavatrice, sistemare qualche elettrodomestico difettoso o “ristrutturare” qualche stanza, colorando la parete o attaccando un quadro, il risultato sarà lo stesso: bambini saranno entusiasti di svolgere questo compito riservato ai grandi.

Darsi alla cucina

Un ultimo spunto, intramontabile, mette genitori e figli davanti ai fornelli. L’idea di cucinare insieme unisce permette di spaziare tra creatività e manualità. Impastare, rompere le uova, fare montare la panna, infornare una torta e coprirla di granella colorata: attività che i bambini potranno replicare in futuro e atte a stimolare la creatività del bambino oltre a stimolare nel bambino la passione per l’arte culinaria.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.