Home Lifestyle Bohemian Rhapsody: il film dell’anno!
Bohemian Rhapsody: il film dell’anno!

Bohemian Rhapsody: il film dell’anno!

0

Bohemian Rhapsody, tra realtà e finzione, vince ben due Golden Globes!

Bohemian Rhapsody, diretto da Bryan Singer, è stato uno dei film più chiacchierati dell’anno tant’è che non vedevo l’ora di andarlo a vedere. Fortunatamente le feste natalizie ci sono venute incontro così io e mio marito ci siamo regalati i biglietti del film. Soltanto dopo abbiamo capito di esserci fatti un enorme regalo!

Premetto che sia io che mio marito siamo appassionati dei Queen, rock band inglese nata nel 1971. Io personalmente sono cresciuta con le loro canzoni ai tempi delle scuole medie. Avevo infatti 12/13 anni quando uno zio, l’anno in cui Freddy Mercury morì, me li fece scoprire col Greatest Hits che uscì poco dopo. Da allora per tutte le medie, non facevo che ascoltare le loro canzoni con il walkman. Freddy Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon li ho davvero venerati!

bohemian rhapsody
Fonte Google

Chi conosce la storia dei Queen e soprattutto quella di Freddy Mercury, dopo la visione della pellicola, la prima cosa che può dire è: “Bellissimo, anche se diverse cose non sono proprio andate così”. Spesso la trasposizione cinematografica di una biografia, è destinata a molti cambiamenti.

Perché? 

Semplicemente perché il cinema ha le sue regole imprescindibili. Le regole da rispettare sono legate alla trama che deve suscitare pathos e climax altrimenti non coinvolge lo spettatore e lo annoia! La capacità di suscitare emozione e piena partecipazione affettiva da parte dello spettatore e il punto della trama in cui arriviamo tutti col fiato sospeso, sono essenziali. Sono due punti cardine per una buona riuscita di un film o di un romanzo che sia.

Bohemian Rhapsody emoziona con la sua trama studiata in base alle regole del racconto, cercando però di non allontanarsi troppo dai fatti realmente accaduti. E’ vera la storia della sua storica fidanzata Mary ma non la comunicazione della malattia da parte di Freddy ai membri della band. Non è avvenuta prima del concerto del Live Aid ma poco prima della sua morte nel 1991. Oppure non è vero che Freddy era così in contrasto con la band come si percepisce nella pellicola. Ma è cinema e quindi sappiamo che qualche cambiamento è concesso per il “bene” della trama. 

Curiosità. Il lato B di Bohemian Rhapsody contiene In love with my car che soltanto i fan accaniti conoscono. La canzone è stata scritta dal batterista Roger Taylor. Nel film viene ampiamente enfatizzato il fatto che il produttore discografico non volesse far passare come singolo Bohemian Rhapsody per via del minutaggio, ben 6 minuti. Troppi per la radio, suggeriva di tagliarla ma il gruppo assolutamente non era d’accordo. Propose così come singolo quello del lato B: In love with my car. Di cui il famoso aneddoto di Brian May verso Roger Taylor è: “Ma sei matto a scrivere una canzone del genere?”. Taylor era innamoratissimo infatti della sua Triumph TR4.

Oltre ad una buona trama, in questo caso esistono un terzo e un quarto punto che hanno contribuito al successo della pellicola: la musica dei Queen e la bravura degli attori.

La musica, oltre al personaggio di Freddy Mercury, è la protagonista. Ampi spazi infatti sono stati dedicati ai concerti del gruppo. Sulle note di Radio Ga Ga non riuscivo a non battere le mani sul ginocchio. Per non parlare del momento dedicato alla nascita di Bohemian Rhapsody. Avevo i piedi che si muovevano a ritmo da soli. Poi nella ricostruzione del concerto del Live Aid, in cui i Queen vennero consacrati alla storia, avrei voluto alzarmi e cantare a squarcia gola come fossi lì presente al concerto! E qui ho iniziato anche a piangere dall’emozione.

bohemian rhapsody
Fonte Google

Gli attori semplicemente bravissimi. A parte la somiglianza fisica quasi assurda con la band, la loro bravura è stata nello studiare le movenze, la gesticolazione e le espressioni facciali di ogni componente dei Queen. Si vede che dietro c’è stato uno studio enorme dei personaggi perché il risultato è davvero eccezionale! Infatti ai Golden Globes 2019 (link) se ne sono accorti tutti! Tenuti nella notte (ore italiane) del 7 gennaio, Bohemian Rhapsody ha vinto come Miglior Film Drammatico e Rami Malek che interpreta Freddy ha vinto quello come Miglior Attore Protagonista!

Bohemian Rhapsody è il perfetto connubio di: trama avvincente, musica coinvolgente e attori identici dal lato estetico e non. 

I Queen hanno fatto storia con le loro musiche rock originali e innovative . Le loro canzoni, anche se degli anni 70 e 80, hanno un ritmo che è ancora attuale. E’ questa la capacità e bravura di un gruppo nel fare musica. E’ questa la caratteristica per diventare un mito. Soprattutto se il cantante è un animale da palcoscenico come Freddy Mercury: un frontman inimitabile!

bohemian rhapsody
Fonte Google

Correte al cinema se ancora non l’avete fatto. Guardare il film sullo schermo di una tv non gli renderebbe giustizia!

Francesca Cirianni

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Francesca Cirianni Nata a Torino ma trasferita a Bologna. Amo viaggiare e amo farlo soprattutto con i libri. Cerco di documentare le mie passioni con la fotografia e tra queste c'è un buon cibo e un buon bicchiere di vino. Certo, poi ci sono anche loro, le mie figlie, le preferite della mia macchina fotografica.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *