Che Bambino fortunato
libri,  Lifestyle

Che Bambino fortunato: albo illustrato e diversità

Che Bambino fortunato di Lawrence Schimel

Davide è un fratello veramente speciale, il protagonista di questa storia, non che fratellino di Davide , lo dice continuamente.
Davide è un bambino particolare, può fare cose che gli altri bambini non possono fare, come leggere al buio per esempio.
A casa di Davide bisogna sempre ricordarsi di rimettere tutto al proprio posto appena abbiamo finito di giocarci perché altrimenti Davide non trova più nulla.
Davide ha anche un cane, Rocco, da cui non si separa praticamente mai , che lo accompagna ovunque.
Davide riesce a ricordare tantissime cose , a volte grazie al rumore che fanno.
Sa raccontare meravigliose storie , così belle che potrebbe tranquillamente fare lo scrittore da grande.

Il suo fratellino lo ricorda spessissimo…quanto è fortunato ad avere Davide nella sua famiglia.

Che Bambino fortunato
Parlare di dasibilitá e non cadere nella banalità non è semplice.

Che Bambino fortunato, ci è riuscito perché non ci dice neanche mai una volta che Davide e cieco ma sottolinea continuamente solo e soltanto i suoi pregi, i pregi che la vita di Davide può avere.
Puntare gli occhi sulle cose belle e non sul difetto, è una maniera veramente delicata di raccontare ciò che a volte fa parte della vita e del mondo.

I bambini hanno sempre una maniera particolare di guardare il mondo e se non c’è nessuno che gli fa cambiare direzione, gli occhi dei bambini vedono il bello, lo cercano, lo scovano, lo interiorizzano.

La Tata dei libri

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.