Cristiano Ronaldo, una macchina da soldi

cristiano ronaldo

Cristiano Ronaldo è un campione, un’icona, un marchio, un business, una vera e propria macchina da soldi.

I numeri di Ronaldo: 33 anni, 4 figli, 5 palloni d’oro, 123 milioni di followers su Facebook e Instagram, 72 milioni su Twitter, uno stipendio di 93 milioni di dollari.

Fin da ragazzo i miei sogni erano 3: giocare nel Manchester United, nel Real Madrid ed essere capitano del Portogallo… non c’è niente di più bello che realizzare i propri sogni, ed io ci sono riuscito a soli 25 anni.

In quanto è stimato il suo patrimonio netto?

Le fonti più autorevoli parlano di una cifra che si aggira tra i 300 e i 350 milioni di euro di patrimonio netto. Dato inarrivabile per qualsiasi altro calciatore.

Gli sponsor di Ronaldo sono tantissimi: Armani, Tag Heuer, PokerStars, Herbalife, Sacoor Brothers e Castrol i principali. Il più importante accordo commerciale del portoghese è  quello con Nike.

Numeri da capogiro per quello che è considerato uno dei calciatori più forti di tutti i tempi.

Qualsiasi cosa tu faccia, falla con stile.

Cristiano Ronaldo è un’azienda dai continui profitti; un vero e proprio brand che l’atleta ha saputo brillantemente lanciare grazie a una collezione in continua evoluzione che porta il suo nome.

Ogni nuova prodezza del fuoriclasse portoghese è sinonimo di un’impennata nelle vendite dei suoi prodotti.

Ne è un esempio la collezione CR7 Underwear, la linea di intimo colorata, vivace, audace, realizzata con materiali scelti con cura da Cristiano Ronaldo per rispecchiare la propria indole indomabile e creativa, sul campo da gioco così come nella vita.

cristiano Ronaldo

Carlo Tafuri di Brandsdistribution.com, distributore esclusivo della collezione in Italia, ha dichiarato:

“Le vendite di CR7 Underwear sono letteralmente raddoppiate nelle ore successive all’incredibile rovesciata contro la Juventus; numeri incredibili che vediamo solo con la linea di Cristiano”.

Cristiano Ronaldo passerà alla storia per i suoi meriti sportivi… ma non solo!

La mia maestra mi diceva sempre di lasciar perdere il pallone, perchè il calcio non mi avrebbe mai dato da mangiare.

Cristiano Ronaldo

 

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati