Home Lifestyle Eric Clapton, chitarrista e cantautore britannico

Eric Clapton, chitarrista e cantautore britannico

Eric Clapton, chitarrista e cantautore britannico
0

Eric Clapton, il magnifico chitarrista e cantautore britannico.

E’ nato il 30 marzo 1975 a Ripley , villaggio nel Surrey, contea dell’Inghilterra sud-orientale, dalla sedicenne Patricia Molly Clapton e dal venticinquenne Edward Walter Fryer, un soldato canadese che combatté durante la fase finale della seconda guerra mondiale prima della nascita del figlio e che alla fine tornò definitivamente a Montréal.

Cresciuto dalla nonna materna e dal secondo marito di questa; visto che sua madre si era trasferita in Germania dopo il matrimonio con  un altro militare canadese.

Eric era un bambino calmo, solitario, timido e, per come dice lui, anche cattivo, ma con un gran senso dell’umorismo.

Sempre  molto determinato nel perseguire i suoi obiettivi in campo musicale.

Per i suoi 13 anni ricevette una chitarra acustica Hoyer e per lui imparare a suonarla si rivelò più difficile del previsto, tanto che stava per abbandonare, ma per nostra fortuna non lo fece.

“Se mi dai una chitarra, io suonerò il blues. Questo è il posto dove vado automaticamente.”

Eric Clapton 

Fin da piccolo subì l’influenza della musica blues e per ore e ore si esercitava per imparare gli accordi e riprodurre lo stile dei suoi amati artisti blues, che ascoltava con un registratore portatile.

Cocaine

Dopo la morte dell’amico Duane Allman, membro dei Derek, negli anni ’70 Eric attraversa un difficile periodo e diventa dipendente dalle droghe, in particolare modo dalla cocaina.

Grazie al sostegno di familiari e amici riesce a riprendere la propria vita in mano e inizia la carriera da solista con l’album 461 Ocean Boulevard.

Nel 1977 Eric Clapton decide di inserire nell’album Slowhan una versione di Cocaine, canzone di J.J. Cale dell’anno precedente, pubblicata sull’album Troubadour. La versione di Clapton è stata estratta come singolo nel 1980.

Visto il contenuto della canzone, Cocaine potrebbe sembrare a favore del consumo di stupefacenti, ma secondo le dichiarazioni di Clapton non lo è: secondo Eric è resa una canzone contro grazie alla frase “If you wanna get down, down on the ground, cocaine” (“se vuoi cadere, cadere per terra, cocaina”).

Per Eric è più efficace una canzone che sia contro la droga in maniera allusiva, piuttosto che diretta, perché così riesce ad avere un effetto dissuasivo, anzi che venir percepita come una canzone dal messaggio moralistico o paternalistico.

Uno dei chitarristi migliori di sempre

E’ soprannominato Slowhand (Mano Lenta), per il fatto che da giovane era molto lento a cambiare le corde, o god (dio) e Chuck Berry l’ha definito The Man of the Blues (L’Uomo del Blues)

Eric Clapton è tra i chitarristi blues e rock più famosi e influenti di sempre.

Nella classifica dei 100 più grandi chitarristi di tutti i tempi, redatta dalla rivista Rolling Stone, è al 2° posto; mentre secondo la Gibson Guitar Corporation, un’azienda statunitense che costruisce chitarre e altri strumenti musicali, è al 4° posto della classifica dei migliori cinquanta chitarristi di tutti i tempi.Eric Clapton

Durante la sua lunga e luminosa carriera ha collaborato con altri acclamati artisti e ha militato in numerosi gruppi, come: Blind Faith, Cream, Delaney & Bonnie, Derek and the Dominos, John Mayall & the Bluesbreakers e The Yardbirds, prima di affermarsi come solista.

Nel corso degli anni ha sperimentato diversi stili musicali, dal blues di matrice tradizionale al rock psichedelico, dal reggae al pop rock.

“L’unica pianificazione che faccio è circa un minuto prima di suonare. Cerco disperatamente di pensare a qualcosa che potrebbe essere efficace, ma non mi siedo mai a lavorare nota per nota”

Eric Clapton

Oltre ai concerti con i super gruppi nei primi anni della sua carriera, Eric Clapton nei suoi tour è spesso accompagnato da diversi artisti molto famosi; sia come ospiti per dei concerti che come membri fissi della sua band.

Tra questi artisti ricordiamo I bassisti: Donald Dunn (Blues Brothers) e Pino Palladino (Paul Simon e Who), i batteristi Phil Collins (Genesis), che ha anche suonato negli album Behind the Sun (1985), August (1986) e Journeyman (1989) e Andy Newmark (Sly & The Family Stone) e i tastieristi Greg Phillinganes (Toto) e Steve Winwood (Spencer Davis Group e Traffic)

Eric Clapton nel 2019 ha intrapreso un nuovo tour, con date in: Europa, in Giappone e negli Stati Uniti; ha annunciato le date estive per il 2020, che comprendono anche due città italiane, Bologna e Milano.

La vita privata di Eric Clapton

Dal 1979 al 1989 è stato sposato con la modella Pattie Boyd.

Nel gennaio del 1985 Eric ha avuto una figlia, Ruth Clapton, da Yvonne Kelly, ma sembra non abbia incontrato la bambina fino al 1991.

Ha avuto una relazione con Lori Del Santo, dalla quale il 21 agosto 1986 è nato Connor Clapton; tristemente mancato, il 20 marzo 1991, cadendo da una finestra lasciata aperta dalla domestica, morendo sul colpo.

Per i genitori del piccolo il trauma è stato troppo forte e doloroso e i due si sono lasciati. Il dolore scaturito dall’accaduto ha ispirato in Eric uno dei suoi brani più belli, Tears in Heaven.

Dal 2020 è sposato con Melia McEnery, con la quale ha avuto tre figlie: Julie Rose Clapton (13 giugno 2001), Ella May Clapton (14 gennaio 2003) e Sophie Belle Clapton (1 febbraio 2005).

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
tags:

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »