La storia dell’olio extra vergine di oliva di Olio dei Papi

L’olio extra vergine di oliva : un ruolo importante nella nostra dieta  

L’olio extra vergine di oliva è il condimento per eccellenza ed è ricco di proprietà per il nostro organismo: è protettivo sullo stomaco, fegato, arterie; ma promuove anche l’accrescimento del bambino e migliora l’invecchiamento. 

Pensate che gli anziani della provincia di Frosinone, o meglio, della zona dell’Agro Pontino narravano che i Papi preferivano e consumavano l’olio di queste terre. 

Grazie alle riforme agrarie contenute nel Motu Proprio di PIO VI (1778), lo Stato Pontificio ha  sfruttato l’identità e la vocazione produttiva di questi territori trasformando la coltivazione dell’olivo da una economia di sussistenza legata al soddisfacimento dei bisogni familiari di autoconsumo, a una vera e propria produzione organizzata. Questo, successivamente, ha  consentito il soddisfacimento dei bisogni di Roma e del papato per moltissimi decenni.

Inoltre nella riforma il Pontefice inserì un importante provvedimento che elargiva un premio per  ogni olivo messo a dimora. Seguirono poi una serie di azioni di bonifica delle campagne e la  riduzione del latifondo nello Stato della Chiesa.  

Olio dei Papi

LOlio dei Papi è un olio di altissimo valore, sia per la sua origine ma soprattutto per la sua qualità intrinseca

Il suo gusto è unico, intenso e deciso, in quanto è ottenuto direttamente dalle olive esclusivamente  mediante procedimenti meccanici. Viene estratto a freddo da olive accuratamente selezionate e molite fresche dopo la raccolta a mano  dagli ulivi secolari coltivati.  

Inoltre, l’olio prodotto è sottoposto ad un rigido Disciplinare di produzione che ne definisce le  caratteristiche chimiche e fisiche. 

L’olio che si produce è veramente ideale per gli antipasti di pesce, per il pesce al forno o alla  griglia, i primi piatti di pesce e di verdure, ma anche su insalate di verdure e verdure alla  griglia. 

 

LOlio dei Papi è completamente tracciato

La produzione dell’Olio dei Papi proviene da una filiera di produttori locali, convogliati in cooperativa, ed è possibile verificare l’intero processo produttivo, dalla pianta d’origine fino alla nostra tavola.

Inserendo il codice del lotto sul sito di Olio dei Papi potrete tracciare il nome dell’ulivicoltore, la zona di produzione, il frantoio di molitura, l’immagine dell’uliveto ove possibile e il Certificato di Analisi per le caratteristiche chimico-fisiche.

L’Accordo di Filiera stipulato tra l’Olio dei Papi e le Organizzazioni Agricole Territoriali, soprattutto con l’Organizzazione di Produttori OP Le Badie, unisce la tradizione olivicola ed una produzione moderna, seguendo tutti gli standard internazionali di sicurezza alimentare e garantendo ai produttori un sistema etico di retribuzione.

L’obiettivo di Olio dei Papi è quello di dare forza economica agli ulivicoltori ed ai frantoi del territorio, recuperando le tradizioni centenarie, destinate a sparire, e mettendo in moto così un  meccanismo in sofferenza che a sua volta produce reddito e cultura olearia.

Oggi l’Olio dei Papi è un prodotto accreditato presso l’albo fornitori della Santa Sede, ma soprattutto è un prodotto Made In Italy. Inoltre, nei giorni scorsi, il fondatore Domenico Sperlonga ha avuto l’onore di donare al Santo Padre la pubblicazione contenente la ricerca storica e l’Olio dei Papi: un momento emozionante che ribadisce il forte legame di questo prodotto con il Papato.

Ti consiglio di dare un’occhiata al sito, soprattutto nello shop dove puoi acquistare l’olio in diversi formati e anche in confezioni regalo: https://oliodeipapi.it/shop. Regalare dell’olio extra vergine di oliva di qualità è una fantastica e originale idea!

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati