Le cause più comuni del mal di gola

mal di gola

Le cause più comuni del mal di gola

La faringite, comunemente definita come mal di gola, è una patologia del cavo orale che insorge a causa di un’infiammazione della gola.

Questa malattia è molto comune e si presenta ogni qualvolta un individuo subisce degli sbalzi di temperatura, per questo motivo è una malattia tipica dei cambi stagione.

 

I principali sintomi correlati al mal di gola sono il dolore, la difficoltà nel deglutire e la comparsa di placche alla gola. In genere, non si tratta di una patologia cronica ma di un disturbo acuto che dura da un minimo di due giorni fino ad un paio di settimane. Quando la faringite persiste per più tempo, assume un carattere cronico e richiede ulteriori approfondimenti.

 

Ci sono diversi rimedi per le placche in gola e per tutte le sintomatologie legate alla patologia, tuttavia, è bene comprendere quali sono le cause che si celano dietro al dolore in gola. Qui di seguito andremo ad approfondire le cause più comuni del mal di gola, sia negli adulti che nei bambini.

 

Mal di gola: quali sono le principali cause

 

Nella maggior parte dei casi, il problema che si trova all’origine del mal di gola è una malattia virale, come un virus influenzale o il raffreddore. Queste malattie insorgono soprattutto in inverno, quando si tende a stare maggiormente in luoghi chiusi e a stretto contatto con le persone.

Altre principali cause del mal di gola possono essere:

  • Agenti irritanti: eccessivo fumo di sigaretta, smog o reflusso gastroesofageo;
  • Eccessivo utilizzo dell’aria condizionata;
  • Sbalzi di temperatura repentini, molto frequenti durante il passaggio da una stagione all’altra.
  • Umidità presente nell’aria o nelle abitazioni.

mal di gola

I principali sintomi del mal di gola

La faringite rappresenta una patologia di lieve entità, tuttavia, può risultare particolarmente fastidiosa quando il dolore si associa ad altri sintomi e dura per alcuni giorni. Le principali sintomatologie che caratterizzano il mal di gola sono:

  • Gola infiammata con dolore localizzato;
  • Linfonodi cervicali ingrossati;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Difficoltà nella deglutizione di lieve o media intensità;
  • Congestione della mucosa faringea e arrossamento;
  • Tonsille ingrossate.

 

Cosa fare quando il mal di gola è forte

Come abbiamo anticipato, il mal di gola di origine batterica può risolversi anche spontaneamente ma, quando si presenta con un’intensità forte e una durata superiore ai 5 giorni, è consigliato rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Può accadere che un mal di gola forte possa durare di più e i sintomi tendono a non migliorare nel corso dei giorni. In questi casi, il medico valuta la migliore terapia farmaceutica da avviare dopo aver effettuato tutti gli accertamenti che individuano l’esatta tipologia di infezione batterica che causa la faringite.

Se il mal di gola è associato a sintomi più gravi, è consigliato rivolgersi al medico alla loro prima comparsa. Alcuni esempi di sintomi gravi sono: difficoltà respiratorie, difficoltà di deglutizione, difficoltà ad aprire la bocca, mal d’orecchio di lieve o elevata intensità, rash, febbre alta superiore a 38°, sangue nella saliva o la presenza di noduli distinguibili al tatto.

 

WoMoms

WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

Articoli consigliati