Maskne, cosa fare

maskne

Maskne, cos’è e cosa fare per limitarla

Con l’avvento della pandemia e delle relative misure di sicurezza è stato coniato il neologismo “Maskne” (da mask – che in inglese significa mascherina – e acne), per definire gli sfoghi cutanei causati dalla mancanza di ossigenazione della pelle che non traspira, suda e viene sfregata a contatto con la mascherina.

Infatti, indossarla quotidianamente può favorire l’insorgenza di:

  • acne,
  • punti neri,
  • sensazione di prurito,
  • discomfort cutaneo,
  • irritazioni.

A questo si aggiunge che, molto spesso, l’utilizzo di creme per il viso profumate o formulate con sostanze poco tollerabili, può generare ulteriori fastidi.

maskne

Per affrontare questo problema è importante prevedere una prima fase di terapia lenitiva. In seguito, è necessario continuare il trattamento quotidianamente con prodotti ad azione detergente e idratante specifici, senza alcool, profumo o conservanti a rischio allergia, come suggerito anche dalle linee guida sviluppate dai dermatologi.

Tale approccio permette di:

  • favorire le naturali difese della pelle ricostruendone la barriera,
  • trattare rapidamente gli arrossamenti dovuti ad agenti esterni,
  • combattere gli squilibri della cute, secca, arrossata
  • ridurre le sensazioni di prurito.

Ogni pelle necessita di trattamenti specifici, scelti in base alle singole caratteristiche e necessità.

 

Potrebbe interessarti anche: Consigli di bellezza utili in inverno per proteggere la pelle dal freddo

WoMoms

WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

Articoli consigliati