The Resident, il medical drama

the resident

The Resident è una serie, un medical drama, assolutamente da non perdere

The Resident, una serie televisiva statunitense, creata da Amy Holden Jones, Hayley Schore e Roshan Sethi.

Negli Stati Uniti è in onda dal 21 gennaio 2018 dall’emittente Fox; mentre in Italia su Fox Life, dal 5 marzo 2018 e in chiaro su Rai 1 dal 25 giugno 2019.

the resident

Il pilota della serie è  ordinato dalla Fox il 10 maggio 2017. L’anno successivo, precisamente il 7 maggio, l’emittente ha rinnovato The Resident per una seconda stagione di 23 episodi.

La serie il 25 marzo 2019 è  rinnovata per una terza stagione, in onda in Italia dal 22 0ttobre 2019. Il 14 marzo 2020, però, la produzione di questa stagione è  interrotta a causa del Coronavirus.

Sempre a causa del Covid-19 dal 16° episodio della terza stagione in Italia la serie è mandata in versione originale sottotitolata in Italiano; perché doppiatori in questo periodo non possono svolgere il loro lavoro, come tanti altri. Di molte altre serie, come: The Walking Dead, Outlander, This is Us, le nuove puntate verranno mandate in onda in Italia in versione originale sottotitolate.

Di cosa parla The Resident?

La serie è incentrata intorno alle vite dei medici e degli infermieri del Chastain Park Memorial Hospital, un ospedale di Atlanta.

Il dottor Devon Pravesh (Manish Dayal), appena laureato ad Harvard, università privata statunitense situata a Cambridge, nell’area metropolitana di Boston, in Massachusetts; nel primo episodio della serie inizia il suo percorso da internista al Chastain come specializzando o Resident, da cui prende il nome la serie.

Viene assegnato al dottor Conrad Hawkins (Matt Czuchry), un ottimo dottore dai metodi un po’ rudi, ma efficaci, che è all’ultimo anno di specializzazione.

Conrad e una delle più brave infermiere del Chastain, Nicolette “Nic” Nevin (Emily VanCamp), hanno avuto una relazione prima dell’inizio della serie, ma forse non è proprio finita del tutto tra i due.

Il primario di chirurgia dell’ospedale è il dottor Randolph Bell (Bruce Greenwood), figura ambigua che spesso si preoccupa più dell’immagine e del ritorno economico dell’ospedale anziché del bene dei pazienti. Il dottor Bell tiene nascosto, per paura di smettere di operare e di non ricevere più lo stipendio, un suo problema, un tremore alle mani, per il quale causa diverse morti tra i pazienti, ottenendo così il soprannome di dottor Morte.

La dottoressa Mina Okafor (Shaunette Renée Wilson) è una specializzanda in chirurgia al Chastain davvero talentuosa ed è una donna dal carattere molto forte. Mina ricatta il dottor Bell per il tremore alle mani, così da avere un aiuto da lui per non perdere il permesso di soggiorno.

Conrad, Nic, Devon e Mina cercano di far sospendere il dottor Bell, ma lui diventa l’amministratore delegato del Chastain e loro non possono più far nulla.

Nic e Conrad riescono a scoprire che la dottoressa Lane Hunter (Melina Kanakaredes), primaria di oncologia dell’ospedale, somministra dosaggi troppo alti di chemioterapia ai suoi pazienti, anche a chi non necessiterebbe realmente di cure, perché diagnostica ai pazienti anche dei finti tumori, per avere guadagni maggiori a discapito della vita e della salute delle persone di cui in realtà dovrebbe occuparsi.

Il dottor Bell e la dottoressa Hunter hanno una relazione.

Quando l’uomo scoprirà la verità sulla collega amata riuscirà a prendere una difficile decisione o l’aiuterà ad insabbiare tutto?

 

 

Articoli consigliati