Home Lifestyle VACCINO SI VACCINO NO.
VACCINO SI VACCINO NO.

VACCINO SI VACCINO NO.

0

Agghiacciante è anzitutto leggere come le campagne contro le vaccinazioni nei bambini stiano dando i loro frutti: la percentuale dei piccoli vaccinati in Italia è scesa per la prima volta sotto la soglia del 95%, il valore minimo indicato nel Piano di prevenzione e l’Oms bacchetta nuovamente il nostro paese, considerandolo in questo campo “peggiore dei paesi dell’Est”!!!
Non mi metto qua a raccontarvi di tutta la storia, della condanna a Wakefield, medico radiato dall’ordine in quanto “inventore” e sostenitore di questa campagna antivaccini, per non tediarvi, vi invito tuttavia a leggerla su internet. Non mi metto qua ad elencare tutti i pro della vaccinazione. Non vorrei schierarmi.

vaccino2

Vi parlo di “Caterina”, la chiamerò così per una questione di privacy, non avendo chiesto il permesso ai suoi genitori di pubblicare questa storia.
Caterina era una bambina solare, intelligente e bellissima. Caterina era un mix di dolcezza e spontaneità. Caterina amava tanto la sua mamma e il suo papà e non smetteva mai di dire loro “tanto bene mamma, tanto bene papà”. La mamma e il papà di Caterina si sentivano di aver ricevuto il dono più bello che la vita potesse far loro. Erano felici e felici trascorrevano i giorni al 22esimo mese della loro piccola. Una sera a Caterina salì la febbre, una febbre inizialmente lieve e poi sempre più forte. Caterina di notte raggiunse più di 41 gradi. Caterina dopo poche ore se ne andò in ospedale tra le lacrime della madre e le preghiere del padre colpita da una sepsi da meningococco B, sindrome di Water-House.

Caterina aveva soltanto 22 mesi quando, otto anni fa, una terribile malattia ha deciso di portarsela via. La meningite. Il vaccino PURTROPPO ancora non esisteva.

Allora tra lacrime e preghiere mi schiero. Mi schiero a favore del “vaccino per la vita”!
Si dicono tante cose:
Si dice che i vaccini non siano così efficaci nel prevenire le malattie. Ma le vite di 3 milioni di bambini vengono salvate ogni anno dalle vaccinazioni, e 2 milioni di piccoli muoiono ogni anno per malattie prevenibili con il vaccino.
Si dice che i vaccini non siano stati rigorosamente testati per la sicurezza. Ma i vaccini vengono sottoposti al più elevato livello di controllo rispetto a qualsiasi altro farmaco.
Si dice che il morbillo non sia una malattia mortale. Ma lo è.
Si dice che l’influenza non sia pericolosa. Ma lo è.
Si dice che il vaccino MMR causi l’autismo. Non è così.
Si dice che il thimerosal nei vaccini causi l’autismo. Non lo fa.
Dicono che se i figli degli altri sono vaccinati, non c’è bisogno per i loro figli di farsi vaccinare. Ma ci sono alcune persone che non possono ricevere vaccinazioni, perché sono immuni-carenti, o perché sono allergiche a qualche componente. Quelle persone dipendono dagli altri. Le persone che scelgono di non vaccinare i loro bambini contro le malattie infettive stanno mettendo non solo i propri figli a rischio, ma anche i figli degli altri.

La verità è che i vaccini sono uno dei più grandi successi della sanità pubblica e che pure l’eventuale rapporto rischio/beneficio resta estremamente alto. E’ come se un medico ci dicesse di non dare la Tachipirina per la febbre ai nostri figli perchè causa insufficienza epatica grave fino alla morte. Ma non ce lo dicono mai perchè la possibilità di avere questo evento è cosi bassa che se volessero evitarlo non dando il farmaco morirebbero un numero molto maggiori di pazienti per colpa del problema che non hanno trattato (la febbre) che per il farmaco. Ecco che allo stesso modo non vaccinare un bambino pensando di tenerlo al sicuro in realtà lo espone ad un rischio molto molto maggiore di malattia.

Attenzione attenzione. I vaccini non sono cremine antirughe ma farmaci SALVAVITA. Accusiamo tanto Miss Italia e la sua battuta infelice sul ’42 ma non è l’unica a ignorare la storia passata. Vogliamo parlare di tutti quei bambini mutilati dalla poliomielite, morti di tetano o difterite? E il vaiolo??
Vaccinare si, informarsi si, MA su fonti qualificate e non su quei siti di pseudo controinformazione o “alternativi” che straparlano di medicina. Siamo nel 2015 SFRUTTIAMO LA TECNOLOGIA, INFORMARSI E’ UN DOVERE!
Io sono dell’idea: vaccino SI!
Purtroppo però il vaccino più importante, quello contro l’idiozia, non è ancora stato inventato.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *