Festival di Cannes 2018: look, vincitori e donne protagoniste

Si è tenuta dall’8 al 19 maggio 2018 la 71° edizione del Festival di Cannes, il festival cinematografico che si svolge ogni anno per due settimane al Palais des Festivals et des Congrès.

L’11 aprile è stato diffuso il poster ufficiale, che ritrae il bacio tra Jean Paul Belmondo e Anna Karina tratto dal film “Il Bandito delle 11″.

Anche in questa manifestazione le protagoniste sono state le donne; per la prima volta si sono riuniti i movimenti nati a seguito dello scandalo Weinstein. Dall’americano movimento “Time’s Up” al “Dissenso Comune”, nato in Italia, con la promotrice Jasmine Trinca, tutte erano presenti per discutere della disparità di genere, non solo nel mondo dello spettacolo ma in ogni settore.

Sulla passerella, invece, il movimento a sostegno dell’uguaglianza tra uomo e donna si è manifestato con una lunga marcia di 82 donne, in rappresentanza di tutti i mestieri del cinema, 82 come i film presentati al festival firmati da una donna. A capitanare la marcia Cate Blanchett, presidente di giuria di questa edizione.

Festival di CannesI look della 71° edizione.

Anche quest’anno ci sono stati look bellissimi e sexy.
La modella Irina Shayk sfila in un abito rosso Versace dalle scollature profonde.

Festival di Cannes
Irina Shayk

Marica Pellegrinelli e Chiara Ferragni sfilano entrambe con un abito firmato Alberta Ferretti. La modella italiana indossa un elegante nude look.

Festival di Cannes
Marica Pellegrinelli

Chiara Ferragni, neo mamma del piccolo Leone, accompagnata dal compagno Fedez, indossa un abito principesco rosa con un profondo spacco laterale.

Festival di Cannes
Chiara Ferragni e Fedez

Uno dei momenti forse più “virali” della manifestazione, ha visto come protagonista l’attrice Kristen Stewart.
Presente quest’anno in qualità di giudice, fa sorridere tutti quando toglie le sue Christian Louboutin per continuare la passerella scalza.

Festival di Cannes
Kristen Stewart

I vincitori.

La serata finale del Festival ha premiato “Un affare di famiglia”, il film del regista giapponese Hirokazu Kore, che ha conquistato così l’ambita Palma d’Oro.
Anche l’Italia è stata grande protagonista.
Miglior sceneggiatura per “Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher, il cui film al termine della proiezione è stato acclamato con 10 minuti di applausi.

Vince anche Marcello Fonte, protagonista del film “Dogman” di Matteo Garrone, premiato da un sempre divertente Roberto Benigni.

Sara Somma

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *