X-FACTOR 2017: la prima parte dei BOOTCAMP

Dopo tre puntate dedicate alle Audizioni è tempo per Mara MaionchiLevanteFedez e Manuel Agnelli di scoprire le rispettive categorie e scegliere i talenti da portare alle Home Visit, quindi è tempo di Bootcamp.

Bootcamp: i giudici

 

Ad inizio puntata Alessandro Cattelan  annuncia che dei 73 ragazzi selezionati alle Audizioni, solo 48 possono accedere ai Bootcamp, per questo i giudici devono fare un’ultima scrematura tutti insieme e dare la propria benedizione a 12 concorrenti per categoria.

 

CATEGORIA: UNDER UOMINI

La prima categoria a doversi esibire è quella degli Under Uomini, affidati a Fedez. Da quest’anno il giudice ai Bootcamp sceglie in solitaria i componenti della propria squadra.

I posti sulle sedie scottano, purtroppo però una volta seduti non si può star tranquilli fino alla fine della selezione.

La prima esibizione è quella di Luca, che incanta FEDEZ con una canzone dei THE LUMINERS, e prende subito posto in una delle 5 sedie disponibili.

Sidy Lamine emoziona tutti con la sua versione di MAD WORD e si conquista la seconda sedia, con grande consenso del pubblico.

Arriva poi il turno di Leonardo che si esibisce con DUNE MOSSE di Zucchero, ma Fedez non è convinto delle sue capacità per lui l’avventura per lui finisce amaramente.

Segue l’esibizione di Francesco che canta una delle canzoni più note di Robbie Williams, e la terza sedia è sua.

Andrea che alle audition aveva emozionato tutti, purtroppo, non conquista la sedia: secondo Fedez non è ancora pronto per affrontare uno spettacolo come XFactor.

Gabriele Esposito conquista il pubblico e anche la quarta sedia viene occupata.

Per Gabriele e per Einar nulla di fatto, l’avventura XFactor termina ai Bootcamp.

L’ultima sedia disponibile è di Kamless che cantando Payphone dei Maroon five convince Fedez e il pubblico.

Sedie terminate, ma ci sono ancora 3 cantanti della categoria che si devono esibire…

E infatti arriva Samuel (che a mio avviso potrebbe essere il vincitore di questa edizione), che con la sua voce crea emozione e brivido. La sedia per lui è d’obbligo, e a dovergliela cedere tocca a Luca.

Anche Domenico convince Fedez a cui serve un’altra sedia libera… A cedergli il posto stavolta tocca a Sidy.

L’ultima esibizione è quella di Lorenzo, che con Worry di Jack Garratt strappa un sì a Fedez, e dovrà spodestare Francesco.

La squadra Under Uomini è pronta per il prossimo step: gli homevisit, dai quali solo 3 ne usciranno “vincitori”!

CATEGORIA: GRUPPI

 

A Manuel Agnelli è affidata la categoria dei Gruppi.

The Heron Temple sono i primi a esibirsi e come alle audizioni passano il turno con estrema facilità grazie alla loro versione di Way Down We Go di Kaleo. Totale disastro invece per The Sunset che non conquistano la sedia, così come El Cartel. 

Si passa poi ai Deadline Induced Panic che con Summertime Sadness non convincono a pieno i giudici, ma Manuel dà loro una sedia.

Indecisione anche sugli Stereotapes, che Agnelli definisce “curiosi”. Per il momento possono sedersi. Sem & Stenn riarrangiano a modo loro Into You di Ariana Grande: “Io non so cosa posso fare di voi, ma qualcosa farò perché una sedia ve la prendete!” afferma il giudice che ammette come la loro sia l’esibizione che più l’ha convinto.

The Noiserz si cimentano con l’italiano proponendo un mashup di Dolcenera Bocca di rosa di Fabrizio De André. Agnelli ha dei dubbi sulla vocalità del gruppo ma la sedia è loro.

I Belize hanno portato Perfect degli Smashing Pumpkins, una versione che però per Manuel è “scarica”. Nonostante questo, il giudice dà loro una sedia perché i ragazzi scrivono inediti in italiano di livello. Gli Stereotapes si devono alzare e lasciare il posto tanto ambito.

Bocciati i The Wer, mentre i Ros con Svalutation guadagnano non solo una standing ovation da parte del pubblico, ma anche una sedia a danno dei Deadline Induced Panic.

Promossi i Maneskin con la travolgente performance di Io vengo dalla luna di Caparezza. La band prende il posto dei The Noiserz, che lasciano il palco di XFactor.

Ultime a esibirsi sono Ana e Carolina con Ciao Adios di Anne-Marie. “Siete acerbe come band, ma Ana ha un timbro pazzesco e poi hai un’emozionalità non da ragazzina, ma da donna” commenta Manuel che decide di promuoverle scartando i Belize.

La prima parte dei Bootcamp è conclusa; tutti pronti per la puntata del 12 ottobre, quando andranno in onda le scelte di Levante, vera scoperta di questa edizione di XFactor, e di Mara.

 

Sara Vivian

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *