CARE SIGNORE VI PRESENTO MISS ADDY

MISS ADDY: il viagra femminile

E’ arrivata! Sognata? Desiderata? Bhè è arrivata, anche se dovremmo aspettare ancora qualche mese per trovarla in commercio, ma lei c’è già. Si chiama Addy, ma tutti la chiamano “Viagra Femminile”, anche se a onor del vero, non ha niente a che spartire con la pillolina blu destinata all’universo maschile.  E poi, non è mica oro tutto quello che luccica, anzi in questo caso, non è mica tutto rosa il sentiero del piacere femminile…e vediamo perchè.

MISS ADDY

Questa pillola rosa tratta il disturbo del desiderio sessuale, ipoattivo, legato alla più comune delle disfunzioni  sessuali femminili.

Si calcola che negli Stati Uniti, il 10% delle donne ne soffrono e tra queste, il 7% è in pre-menopausa.

Se il Viagra agisce sulle disfunzioni erettili, aumentando l’afflusso sanguigno al pene, l’Addy lavora sui neurotrasmettitori del cervello, promuovendo il rilascio di dopamina legata ai meccanismi di appagamento e piacere, aumentando così il desiderio sessuale.

Proprio per mantenere i livelli stabili di questa sostanza, deve essere presa quotidianamente e servono 4 settimane prima di sentire l’effetto.

Tutto questo, mentre il Viagra,  si prende al momento, circa un’ora prima del rapporto.

Chissà se funzionerà davvero, perché gli studi rilevano a un evento soddisfacente in più al mese e, se da una parte molte donne sofferenti di questo disturbo sostengono che sia già un passo avanti, dall’altra non è consigliato a tutte; ma va bene alle donne in pre-menopausa, perché migliora la libido legata al rilascio delle sostanze a livello cerebrale.

Attenzione poi, anche Miss Addy ha i suoi effetti collaterali, come vertigini, nausea.

Per i suoi effetti collaterale deve essere presa prima di andare a letto.

Inoltre, interagisce con l’alcool e va prescritta a chi non beve.

In ultimo non migliora la performance, non aumenta il piacere, non aiuta a raggiungere l’orgasmo e, soprattutto, come in molti credono, non trasforma le donne in ninfomani; ma esattamente, restituisce il desiderio perduto.

Carla Zanutto

Sono Carla e dal 2010 faccio parte del Pengo Life Peoject, un progetto italiano per la tutela e la salvaguardia dell'Elefante Africano in Kenya. Le mie passioni sono il fitness, i cani e i libri.

Articoli consigliati