Come sopravvivere alla DAD

Come sopravvivere alla DAD

Ecco qualche consiglio su come sopravvivere alla DAD

Mal di testa, bruciore degli occhi e mal di schiena sono i disturbi più comuni lamentati dagli studenti costretti alla DAD.

Ma come possiamo alleviare i danni fisici da DAD ? Ecco qualche consiglio degli specialisti dell’Ospedalino Koelliker di Torino per prevenire o mitigare danni alla vista e alla schiena.

Come sopravvivere alla DAD

Come sopravvivere alla DAD: ecco i consigli dell’oculista:

Per prima cosa prediligere gli schermi grandi a quelli piccoli.

Controllare che il pc, lo smartphone o il tablet non siano tenuti a distanza troppo ravvicinata dall’occhio, la distanza ideale è di circa 30 cm.

Prediligere l’utilizzo di fonti di luce naturale, eventualmente artificiale ma mai al buio.

Visto l’impiego di dispositivi per la DAD, limitare l’ulteriore uso di smartphone in altri momenti della giornata, in particolare prima di andare a letto e durante i pasti.

Valutare ogni sera se gli occhi sono arrossati e chiedere al bambino se ci sono stati sintomi quali prurito, stanchezza, lacrimazione o visione sfocata. Quando l’occhio del bambino o del ragazzo è più stanco, impiegare un collirio suggerito dall’oculista.

Evitare di usare videoterminali indossando le lenti a contatto che tendono ulteriormente a seccare l’occhio.

 

Come sopravvivere alla DAD: ecco i consigli fisioterapista

Prima di iniziare la mattinata di lezione ritagliarsi 5 minuti di silenzio e di tranquillità e, seduti sulla propria sedia, effettuare 10 inspirazioni profonde in appoggio comodo allo schienale, con schiena eretta ma non rigida

Nei momenti di pausa (circa ogni ora) effettuare 5 rotazioni complete della colonna cervicale, sia a destra che a sinistra, con movimento dolce e progressivo

Al termine della mattinata di lezione inarcare la schiena indietro in modo dolce ma completo e poi lasciare che essa torni in posizione di riposo. Ripetere questo esercizio almeno 10 volte.

Al termine della mattinata di lezione, effettuare almeno 5 minuti consecutivi di camminata, anche in casa.

Sarebbe buona norma bere un bicchiere d’acqua alla fine di ogni ora di lezione.

Ti consiglio di leggere anche Pelle e alimentazione: cibi si e cibi no

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn

WoMoms

WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

Articoli consigliati

Translate »