Home Cucina Gnocco fritto, come si prepara a casa da finire

Gnocco fritto, come si prepara a casa da finire

Gnocco fritto, come si prepara a casa da finire
0

Il gnocco fritto, rigorosamente preceduto dall’articolo “il” è una pasta fritta ghiottissima!

Il gnocco fritto è gonfio, dorato e vuoto all’interno, sembra fatto apposta per essere accompagnato da salumi e formaggi. A me piace di più senza!

gnocco fritto
Foto da Pinterest

Si gusta al meglio in compagnia, come antipasto, spuntino o secondo piatto, con un bicchiere di Lambrusco. La magia avviene con un semplice impasto, a base di acqua farina e acqua frizzante che aiuta a gonfiarsi in cottura!

Nel modenese, alcuni mangiano il gnocco fritto, appena fatto e fumante ma anche avanzato dalla sera prima, a colazione insieme al caffelatte!

Ingredienti per circa 50 pezzi

  • 500 g di farina
  • 200 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco
  • 70 g di strutto
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 12 g di sale
  • olio per friggere oppure strutto

Puoi sostituire:

  • 500 gr di farina con  300 gr di manitoba e 200 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco oppure 8 gr di lievito di birra fresco
  • 70 gr di strutto oppure pari quantità di burro oppure olio extravergine

Procedimento

Prendi una terrina e aggiungi  60 gr di farina, mescolarla aggiungendo  lievito, zucchero, infine 50/60 g di acqua. [Se usate il lievito fresco miscelatelo con 50 gr di acqua].

Dopo aver fatto la pastella fate lievitare il composto che sarà coperto da una pellicola a temperatura  ambiente per un ora circa, fino a quando non sarà raddoppiata e si formerano tante bollicine in superficie.

Successivamente aggiungete il resto della farina e l’acqua ed impastate a mano; se l’impasto è troppo duro e c’è ancora farina intorno alla ciotola, aggiungete un altro cucchiaio di acqua, il necessario per compattare tutto.

A poco a poco aggiungete lo strutto morbido ed impastate,

L’impasto deve essere liscio e morbido, poi aggiungete il sale e continuare ad impastate.

Formate un palla, incidete a croce con un coltello e copritela con una pellicola e lasciate lievitare in luogo temperato dino a quando non triplica di volume, per due ore circa.

Dopo stendete l’impasto con un matterello,  spolverando con un pizzico di farina il vostro piano e formate un rettangolo che abbia uno spessore di 3 mm. Poi tagliate delle strisce di 5 cm di larghezza e tagliate obliqui, così da ricavare dei rombi.

Scaldate in una pentola l’olio e quando arriva a temperatura immergete i vostri rombi e aspettate che si gonfi e giratelo anche nell’altro lato. La cottura è di circa 1 minuto.

Ora è pronto per essere mangiato.

Ti consiglio di leggere anche Le migliori specialità emiliane

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
Alessandra Bonadies Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Abito a Roma ma sono una gallina padovana. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »