italia
Cucina

I piatti tipici romani

I piatti tipici romani, ecco quali sono

Abbacchio a scottadito

Si prepara solitamente con le costolette dove la carne viene marinata con extravergine ed erbe aromatiche e poi cotta sulla griglia o una piastra di ghisa per pochi minuti per lato.

AmatricianaI piatti tipici romani

Gli ingredienti immancabili sono il guanciale di Amatrice, il pomodoro e il pecorino romano.  Il formato puoi scegliere tra i bucatini o le mezze maniche.

Cacio e Pepe

La morte sua sono i tonnarelli, da amalgamare bene con la crema al formaggio, che si ottiene dall’unione dell’acqua di cottura della pasta con il pecorino grattugiato.

Carbonara I piatti tipici romani

Si prepara con uovo, guanciale e pecorino, che vanno a condire spaghetti o mezze maniche.

Carciofi alla giudia e alla romana

I carciofi alla giudia vengono fritti direttamente in olio bollente, senza pastella o panatura invece i carciofi alla romana sono farciti con un trito di aglio, mentuccia, pepe nero e sale, e cotti in un tegame capovolti e ravvicinati tra di loro, coperti fino al gambo con un mix di olio extravergine d’oliva e acqua e si cuociono con il coperchio a fuoco dolce per circa 30 minuti.

I piatti tipici romani: crostata di ricotta e visciole

Fagioli con le cotiche

Fagioli cannellini, serviti con sugo, cotiche e qualche foglia di alloro.

Filetti di baccalà

Il filetto viene immerso nella pastella fatta da acqua frizzante e farina e poi fritto in olio bollente.

Gnocchi alla romana

Gli ingredienti sono: semolino, latte e sale.

Gricia

E’ una sorta di amatriciana bianca, che si differenzia solo per l’assenza di pomodoro. Al condimento aggiungete sempre un po’ di acqua di cottura della pasta, così da creare una sorta di cremina con il formaggio grattugiato.

I piatti tipici romani: Maritozzi

Un pane dolce fatto da farina, acqua, lievito, zucchero, latte e olio e una grande quantità di panna.

Quinto quarto

Ovvero le interiora degli animali come la trippa al sugo con mentuccia e pecorino, la coda alla vaccinara  che è la coda di bovino stufata e condita con salsa di pomodoro e verdure, i rigatoni con la pajata, intestino del vitellino da latte, la coratella con i carciofi tipica di Pasqua, il cervello fritto e le animelle di vitello, ghiandole salivari presenti negli animali più giovani.

Saltimbocca alla romana

Fettine di carne golose, cotte in padella con il burro e sfumate con il vino bianco, mezza foglia di salvia e sopra  una fettina di prosciutto.

Supplì

E’ una crocchetta di riso al pomodoro che nasconde al suo interno un cuore di mozzarella filante

Vignarola

E’ l’insieme di fave, piselli, carciofi e lattuga .

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.