Home Culture Il magico potere del riordino di Marie Kondo 
Il magico potere del riordino di Marie Kondo 

Il magico potere del riordino di Marie Kondo 

0

Il magico potere del riordino. Sì perché è proprio una magia tenere una casa ordinata.

Il riordino. Quanto è difficile tenere sempre la casa in ordine tutti i giorni? Ogni volta che viene la donna delle pulizie una volta a settimana, mi prometto di tenere in ordine fino alla settimana dopo. Non ci riesco. Poi con due bambine in casa per me è una partita persa in partenza!

L’anno scorso mi sono fatta conquistare da questo libro vicino alle casse. Leggendo “Il magico potere del riordino” ho pensato dunque “Perchè no? Proviamo, magari sarà la svolta!”.

Marie Kondo e il suo metodo giapponese del riordino sicuramente aiutano a capire quale sia il problema alla base di una casa presa dal caos! Ma alla fine si fanno i conti con sé stessi!

Marie Kondo ha studiato il caso del riordino fin quando era una bambina. Non faceva che riordinare la propria cameretta mettendo a posto libri, giochi, vestiti. Ma puntualmente si ritrovava dopo pochi giorni punto e a capo. Perchè? Perchè di base aveva troppe cose. Troppi giochi, troppi libri, troppi oggetti, troppi vestiti.  Anche se ogni giorno si ritrovava a mettere in ordine, subito dopo il disordine primeggiava!

Marie Kondo già a 5 anni non faceva che comprare riviste d’arredamento, poi ha basato i suoi studi sull’argomento fino a trovarsi un lavoro come consulente domestica. Ha tantissimi clienti che la contattano per chiederle aiuto e suggerimenti su come riordinare e come organizzare il proprio armadio. Tiene addirittura dei corsi e da gennaio 2019 arriva su Netflix una serie tv!

Pazzesco se ci pensate! Ma cosa dirà mai Marie Kondo per aiutare così tante persone a riordinare casa?

Ve lo dico io: la regola base è buttare le cose che non usate da più di 6 mesi. Se in 6 mesi non avete ripreso in mano un oggetto che tenete chiuso in un cassetto, Marie sostiene che non vi servirà mai più! Quindi perché tenerlo ad occupare spazio? Perché tenerlo nel mucchio insieme a tanti altri oggetti che insieme creano disordine? Così nel suo libro Marie suggerisce come selezionare le cose, gli abiti, gli oggetti di varia natura di cui potreste fare a meno.

Se ci riflettete bene non ha sicuramente torto. Immaginate due case. Una piena zeppa ovunque di soprammobili, fotografie, libri, mobili, tappeti, pouf, giochi, abiti appesi nell’ingresso, quadri su tutte le pareti e tantissime altre cose che a colpo d’occhio non passano inosservate. Adesso immaginate l’altra casa. Scarna, con un tappeto, un paio di quadri sulle pareti, pochissimi libri e giusto un paio di foto su una libreria. Quale vi sempre al primo sguardo quella più ordinata? Sicuramente la seconda! 

Io ad essere sincera sì, ho imparato a buttare ciò che non mi serve ma non ne ho fatta una regola che mi ha stravolto la vita. Marie Kondo sostiene che il suo libro sarà la vostra svolta ma a me non è successo. Sarà perché sono molto sentimentale e mi affeziono anche al più insignificante degli oggetti? Può darsi! Forse voi sarete più fortunati di me. Comunque io a gennaio 2019 la sue serie Netflix non me la perdo. Forse non sarà stato il libro ma sarà la serie tv la mia svolta per ordinare casa una volta per tutte!!

Francesca Cirianni

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn
Francesca C. Nata a Torino ma trasferita a Bologna. Amo viaggiare e amo farlo soprattutto con i libri. Cerco di documentare le mie passioni con la fotografia e tra queste c'è un buon cibo e un buon bicchiere di vino. Certo, poi ci sono anche loro, le mie figlie, le preferite della mia macchina fotografica.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *