Home Lifestyle Tania Cagnotto dice addio al trampolino

Tania Cagnotto dice addio al trampolino

Tania Cagnotto dice addio al trampolino
0

La tuffatrice Tania Cagnotto dice addio al trampolino con un post via Instagram

Tania Cagnotto classe 1985, figlia d’arte. Il padre (e suo allenatore)è  Giorgio Cagnotto che ha vinto numerose medaglie in campo mondiale ed europeo; mentre la madre, Carmen Casteiner, dominava la scena italiana dei tuffi in campo femminile.

Nel 2016 ha sposato all’isola d’Elba Stefano Parolin, da cui ha avuto una figlia, Maya, nata il 23 gennaio 2018

“Eccoci qui… Vi avevo detto che verso settembre avrei deciso se continuare o meno la mia strada verso Tokyo. E’ stata una scelta davvero difficile… Da una parte la voglia di partecipare alla mia sesta Olimpiade da mamma con il grande sogno di portare la bandiera dell’Italia e dall’altra il desiderio di allargare la famiglia. Ebbene sì, questa volta ho scelto la vita, la famiglia e poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me, già felice per la mia scelta”.

View this post on Instagram

Eccoci qui.. vi avevo detto che verso settembre avrei deciso se continuare o meno la mia strada verso Tokyo. E’ stata una scelta davvero difficile… Da una parte la voglia di partecipare alla mia 6ª olimpiade da mamme con il grande sogno di portare la bandiera 🇮🇹 e dall’altra il desiderio di allargare la famiglia👨‍👩‍👧‍👦 Ebbene si,questa volta ho scelto la vita,la famiglia e poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me, già felice per la mia scelta ❤️ So che molti di voi volevano vedermi ancora una volta sul trampolino e mi spiace di avervi deluso ma in questo lockdown, come sarà successo a tanti altri, ho avuto tempo di riflettere e capire cosa fosse più importante per me. Non avevo più quella forza di volontà(che per 20 anni mi ha guidato) di impegnarmi e sacrificarmi nel modo in cui un olimpiade lo richiede!Ho sempre onorato tutte le Olimpiadi e non potevo non farlo anche questa volta! Grazie @francescadallape per avermi convinta ad affrontare questa sfida pazzesca e di avermi fatto tornare a sognare qualcosa in grande come un Olimpiade da mamme…E ancora una volta grazie a tutti voi, che avete ricreduto in me…voi che mi avete dato la forza di rimettere in moto la macchina…voi che mi avete sempre sostenuto con messaggi di stima e affetto!Vi prometto che vi renderò ancora partecipi della mia vita e comunque questo è solo un arrivederci al mondo dei tuffi perché credo di poter dare ancora qualcosa in un altra veste… (E poi a Maya servirà un allenatrice😂)

A post shared by Tania Cagnotto (@cagnottotania) on

Naturalmente la sua compagna di sincro Francesca Dallapè, come l’ha presa?

“Prima ancora di sapere della nuova gravidanza ho sentito subito di non avere più la fiamma né la forza. Un’Olimpiade non si può sottovalutare: richiede ogni goccia di energia, mentale e fisica. E poi Tokyo non potrà mai essere più bella di Rio. Quando le ho detto che ero incinta, Francesca ha sorriso: Tania, nella tua situazione anch’io sceglierei un figlio. Ho letto un lampo di sollievo nei suoi occhi: anche lei, in fondo, ha voglia di cambiare vita”.

 Tania Cagnotto

E’ considerata una delle tuffatrici più forti del nuoto italiano con un palmarés di 62 medaglie di cui due olimpiche: un argento e un bronzo, conquistate entrambe all’Olimpiade di Rio de Janeiro nel 2016.

Gli altri podi sono arrivati ai mondiali (10), agli europei (29), alle competizioni giovanili (21).
A queste medaglie vanno sommati 47 titoli italiani in diverse specialità. Trampolino da 1 metro, trampolino da 3 metri, piattaforma da 10 metri e infine trampolino sincro da 3 metri.

Tania Cagnotto, sicuramente ha fatto la storia dei tuffi.

Ti consiglio di leggere anche Francesca Piccinini afferma: “Sono nata per vincere!”

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
Alessandra Bonadies Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Abito a Roma ma sono una gallina padovana. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »