Terraforma 2022
Cultura

Terraforma 2022

Terraforma 2022 ritorna nei giardini e nel parco della settecentesca e maestosa Villa Arconati – FAR alle porte di Milano

Dall’1 al 3 luglio torna Terraforma 2022, il visionario festival e che esplora lo spazio interdimensionale fra l’elettronica sperimentale; le forme più avanzate dell’arte contemporanea, le evoluzioni teoriche dell’architettura e i nuovi orizzonti della sostenibilità ambientale.

Terraforma 2022

Giunto alla settima edizione, prodotto da Threes Productions in collaborazione con la Fondazione Augusto Rancilio e con il sostegno di Bottega Veneta; il festival anche quest’anno si svolge nei giardini e nel parco della settecentesca e maestosa Villa Arconati – FAR alle porte di Milano.

La Villa Arconati si trasforma per l’occasione in un luogo sospeso oltre lo spazio e il tempo per accogliere gli artisti più interessanti della scena internazionale; ma anche una comunità globale in continua evoluzione.

Le sonorità granulari degli inglesi Autechre, il duo finlandese Amnesia Scanner, l’afro-trance dell’ivoriana Crystalmess, l’imprevedibile sound dell’olandese Dj Marcelle, il dancefloor infuocato dell’angolano Dj Nigga Fox, il set spaziale di Dj Red,  nome cardine della scena romana , la britannica Higher Intelligence Agency, la diva fluida e apolide Lafawndah,  l’elettronica trascendentale del compositore e musicista italiano Lorenzo Senni, il pioniere della techno tedesca Mark Ernestus Ndagga Rhythm Forces,  l’inedita joint venture fra l’africana MC Yallah e il francese Debmaster, il crossover alternativo dei londinesi Moin, il duo radicale formato dal milanese Nicola Ratti e il giapponese MA, i ritmi carnevaleschi dei brasiliani Teto Preto, la performance celebrativa del progetto Voices from the Lake, oltre alla presenza degli storici resident del festival Paquita Gordon e Donato Dozzy, e tanti altri ancora.

No Talks – No Panels – No Screenings – No Lectures – No Workshops – No Meetings – No Streamings | FOR ONCE, WE JUST DANCE.

È questa la chiave di lettura di una nuova edizione che vuole concentrarsi sull’essenza più radicale e originaria del festival; l’esperienza dello stare insieme attraverso la musica e la danza, legando il senso del ritmo alle frequenze naturali dell’ambiente.

Ti consiglio di leggere anche M¥SS KETA: CLUB TOPPERIA è il nuovo album

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.