Vischio, simbolo di prosperità

Vischio: le sue storie curiose

Il Viscum album è una pianta cespugliosa appartenente alla famiglia delle Viscaceae. Poiché cresce sul tronco e sulla chioma di altri alberi, in particolare le conifere, questa varietà sempreverde è detta epifita e semiparassita.

Le sue piccole foglie arrotondate crescono in coppie opposte, mentre, con l’autunno, i fiori bianchi o verdi lasciano il posto alle bacche bianche o gialle.

La sua propagazione avviene grazie agli uccelli che se ne nutrono intingendo il becco nella sostanza vischiosa che ne ricopre i frutti; il seme ed il suo involucro appiccicoso aderiscono poi ad un nuovo ramo o tronco quando il volatile proverà a ripulirsi strofinandosi sulla corteccia.Vischio

Tra storie e miti

L’impiego per Natale deriva dalle tradizioni delle popolazioni del Nord Europa, in particolare dalla cultura vichinga e dal culto di Freya, la dea dell’amore. Baldr, figlio bellissimo e molto amato di Frey, ucciso dal fratello Loki, tramite un dardo di vischio. Sopraffatta dal dolore, Freya cominciò a piangere sul corpo del figlio: le lacrime, cadute a terra, diedero vita a bacche e rametti proprio di vischio, che permisero a Baldr di resuscitare. Da allora, la dea Freya cominciò a regalare rametti del cespuglio e baci a tutti gli umani, come segno tangibile della sua profonda gioia.

È usanza appenderlo alle porte e si dovrebbe salutare il nuovo anno baciandosi sotto i suoi rami. Quest’utilizzo scaramantico e portafortuna ci è stato tramandato. Già i Celti lo consideravano misterioso, donato direttamente dagli dei poiché privo di radici. Si pensava che nascesse dove era caduto il fulmine che aveva portato in terra una divinità, simbolo dunque d’immortalità e rigenerazione. Il vischio, che deve essere raccolto con opportuni riti per preservare tutte le proprietà magiche del fulmine, è considerato, non solo fra i Celti ma anche in molte altre culture, un rimedio per ogni male.

Visto che  il vischio è simbolo di prosperità ed è buona usanza scambiarsi un bacio tenendone un ramoscello sospeso sopra le proprie teste a capodanno.

 

Ti consiglio di leggere anche Piante per terrazza: ecco le migliori

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati