Home Lifestyle Elle Macpherson, una supermodella, un’attrice e un’imprenditrice

Elle Macpherson, una supermodella, un’attrice e un’imprenditrice

Elle Macpherson, una supermodella, un’attrice e un’imprenditrice
0

Elle Macpherson è nata col nome di Eleanor Nancy Gow  il 29 marzo 1964.

E’ nata a Killara, sobborgo nell’Upper North Shore di Sydney, nello stato del Nuovo Galles del Sud, in Australia, ed è la prima di sei fratelli, tra cui l’attrice Mimi Macpherson.

Scelse di prendere il cognome del secondo marito della madre, Macpherson, quando questa si risposò, dopo aver divorziato dal padre di Elle, dirigente di una squadra di rugby di Sydney, quando la figlia aveva 14 anni.

E’ una supermodella, attrice e imprenditrice australiana ed è  soprannominata The Body, grazie alle sue perfette misure.

Elle parla fluentemente inglese, italiano, spagnolo e francese.

Si stima che abbia un patrimonio di 95 milioni di dollari circa.Elle Macpherson

Una donna bellissima in carriera: una supermodella, un’attrice e un’imprenditrice

Elle è stata scoperta quando aveva 17 anni da Francis Grill, con la quale firma per l’agenzia Click Model Management.

Diventa famosa quando inizia ad apparire sulle copertine di diverse riviste: Elle, in cui compare su ogni numero per sei anni consecutivi, Cosmopolitan, Flare, GQ, Harper’s Bazaar, InStyle,L’Officiel, Tatler, Time, Vanity Fair e Vouge.

E’ comparsa anche sulla copertina di ben cinque numeri di Sports Illustrated, quelli del 1986, del 1987, del 1988, del 1994 e del 2006.

Nel 1986 il settimanale d’informazione americano Time le ha dedicato una copertina, dandole come titolo The Big Elle – La grande Elle, volendosi riferire anche alle sue misure.

Ha lavorato per diversi marchi della moda di fama internazionale, come: Calvin Klein, Donna Karan, Dior, John Galliano, Louis Vuitton, Michael Kors, Prada, Ralph Lauren, Valentino, Versace e Yves Saint Laurent.

È anche apparsa nella famosa rivista Playboy americana, come playmate di maggio del 1994.

Elle Macpherson è stata testimonial della campagna pubblicitaria della Revlon, una multinazionale americana di cosmetici, profumi, cura della pelle e delle persone, che venne fondata nel 1932 e che ha sede a New York, e della campagna pubblicitaria FIAT per il lancio della nuova FIAT 500C in Gran Bretagna.

Oltre ad essere una modella, Elle Macpherson è anche un’attrice: ha recitato in film come Sirene (1993), L’amore ha due facce (1996) Batman & Robin (1997) e L’urlo dell’odio (1997).

E’ anche apparsa come guest star in diverse serie televisive, come l’iconica Friends.

Ha interpretato il ruolo di Camilla Fox in South Kensington, famoso film di Carlo Vanzina del 2001.

E’ stata interprete di un personaggio fisso della serie televisiva A Girl Thing, nella quale era un’avvocatessa che inizia una storia d’amore con una art designer lesbica, il cui ruolo era stato affidato a Kate Capshaw.

Ha posseduto una catena di ristoranti, chiamata Fashion Cafè, insieme alle colleghe Claudia Schiffer, Naomi Campbell e Christy Turlington.

Possiede la Elle Macpherson Intimates, un’azienda di biancheria intima.

Dal 2010 al 2013 è stata conduttrice e produttrice esecutiva di Britain’s Next Top Model, versione inglese del famoso reality show americano sulla moda.

Nel 2012 ha presentato anche un altro reality show americano: Fashion Star, un talent show che si concentra sul design e sulla moda e che in Italia è  trasmesso da Real Time.

La vita privata di Elle Macpherson

Elle per tre anni, dal 1986 al 1989,  è stata sposata col francese Gilles Bensimon, affermato fotografo di moda.

In seguito ha avuto una relazione con un altro francese, Arpard Busson, finanziere; dal quale ha avuto due figli: Arpad Flynn Alexander (14 febbraio 1998) e Aurelius Cy Andrea (4 febbraio 2003).

Nel marzo del 2013 si è fidanzata ufficialmente con Jeffrey Soffer, imprenditore edile; i due si sono sposati nell’agosto dello stesso anno, per poi separarsi nel 2017.

Elle Macpherson è ora fidanzata col britannico Andrew Wakefield, ex medico, noto sopratutto per le sue teorie che lo fecero radiare dall’albo.

In una pubblicazione scientifica fraudolenta del 1998, Andrew Wakefield sosteneva la correlazione, oggi smentita, tra il vaccino trivalente MPR (morbillo, parotite e rosolia) e la comparsa dell’autismo e di alcune malattie intestinali.

 

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »