Gocce oculari, cosa sono e a cosa servono

Gocce oculari - occhi

Gocce oculari, perché sono ​indicate per alleviare l’arrossamento agli occhi

Gocce oculari. Dopo i 50 anni più di una persona su dieci si trova a fare i conti con l’occhio secco, condizione che può essere molto fastidiosa.

Spesso è legata a:

  • troppe ore passate davanti a uno schermo,
  • alcune malattie,
  • l’inquinamento da polveri sottili
  • l’uso protratto di lenti a contatto.

Gocce oculari - occhi

Quando si parla di occhio secco ci si riferisce a un’alterazione quantitativa o qualitativa delle lacrime (o film lacrimale) che inumidiscono la superficie oculare (cornea) a contatto con l’esterno. Questa condizione può causare alcuni sintomi fastidiosi e, nei casi più gravi, danneggiare la superficie oculare.

Le lacrime, infatti, hanno diverse funzioni:

  • distribuiscono sostanze nutritive sulla superficie oculare,
  • proteggono da agenti esterni come vento, calore e smog,
  • detergono l’occhio,
  • rimuovono eventuali corpi estranei.

Oltre a ridurre l’esposizione davanti al PC e agli agenti esterni puoi ricorrere:

Gocce oculari, idratanti e lenitive.
Particolarmente ​indicate per alleviare affaticamento ed arrossamento agli occhi ed alla mucosa oculare.

Le gocce oculari 0,2%, in particolare, contengono un’alta percentuale di Sodio Ialuronato, una sostanza che si trova naturalmente nell’occhio e che ha la capacità di inglobare acqua creando una pellicola uniforme stabile e duratura nel tempo sulla superficie dell’occhio.

 

Ti consiglio di leggere anche: Occhiaie: come combatterle

WoMoms

WoMoms, la tua "amica virtuale": idee per viaggiare, consigli per lo shopping, dialoghi aperti, spunti per stupire ai fornelli e molto, molto altro ancora! Sempre sul pezzo, sempre accanto a te...

Articoli consigliati