I siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO più belli del mondo

siti patrimonio dell'umanità unesco

I siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO più belli del mondo

ANGKOR WAT, CAMBODIA

Patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1992. Angkor sorgeva un tempo al centro del potente impero Khmer (dal IX al XV secolo).  Si credeva che il re Khmer avesse un ruolo divino, e ogni re doveva costruire un tempio appropriato per consacrare la relazione simbolica tra sovrano e divinità. Il sito comprende dozzine di templi iconici, tra cui lo stesso Angkor Wat, Bayon e Ta Prohm.

siti patrimonio dell'umanità unesco
Bruges, Belgio (Foto Credit: Pinterest)

BRUGES, BELGIUM

Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 2000, perché ha mantenuto il suo carattere medievale man mano che si è evoluto nel corso dei secoli.

Per i suoi numerosi canali (che collegano la città al Mare del Nord), Bruges è spesso chiamata la “Venezia del Nord”, ma sarebbe più appropriato chiamare Venezia la “Bruges del Sud”.

BOROBUDUR, JAVA, INDONESIA

Situato nel cuore dell’isola indonesiana di Giava, Borobudur è il tempio buddista più grande e più bello del mondo. Dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità dal 1991. Il tempio è composto da nove piattaforme sovrapposte, sei quadrate e tre circolari, sormontate da un cupola e 72 statue di Buddha, ciascuna seduta all’interno di uno stupa perforato. Costruito nel IX secolo durante il regno della dinastia Syailendra, il design del tempio nell’architettura Gupta riflette l’influenza dell’India sulla regione, ma ci sono abbastanza scene ed elementi indigeni incorporati per rendere Borobudur unicamente indonesiano. Situato nel cuore della verdeggiante pianura di Kedu, lo sfondo di potenti vulcani attivi non fa che aumentare il senso di stupore e dramma. Borobudur rimane un importante luogo di culto e pellegrinaggio.

I siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO: CAPPADOCIA, TURKEY

La Cappadocia, iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1985, è uno dei paesaggi più spettacolari del mondo, formato da strati di lava che i vulcani avevano vomitato circa 60 milioni di anni fa. La regione, abitata per la prima volta durante l’era paleolitica, divenne l’epitome del cristianesimo in epoca romana. Le case e le chiese scavate nella roccia fungevano da rifugio, centri educativi e culturali per i cristiani fuggiti dalle persecuzioni dei romani. La densità delle sue celle scavate nella roccia, chiese, villaggi trogloditi e città sotterranee all’interno delle formazioni rocciose ne fanno uno dei complessi di abitazioni rupestri più sorprendenti e più grandi del mondo.

siti patrimonio dell'umanità unesco
Dolomiti (Foto Credit: Pinterest)

DOLOMITI, ITALIA

Il sito delle Dolomiti comprende una spettacolare catena montuosa con 18 cime che si elevano oltre i 3.000 m. Caratterizzati da processi dinamici con frequenti frane, alluvioni e valanghe, i vasti massicci delle Dolomiti sono stati erosi negli ultimi 200 milioni di anni in una surreale e meravigliosa serie di aghi, torri e pinnacoli. Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO dal 2009.

GALAPAGOS ISLANDS, ECUADOR

Le Isole Galapagos, situate nell’Oceano Pacifico a circa 1.000 km dalla costa ecuadoriana, sono rimaste un segreto naturale gelosamente custodito per milioni di anni. La sua posizione geografica alla confluenza di tre correnti oceaniche lo rende uno degli ecosistemi marini più ricchi del mondo. L’attività sismica e vulcanica in corso riflette i processi che hanno formato le isole. Questi processi, insieme all’estremo isolamento delle isole, hanno portato allo sviluppo di specie vegetali e animali insolite, come: iguane marine, cormorani incapaci di volare, tartarughe giganti, enormi cactus, alberi endemici e le molte diverse sottospecie di tordi e fringuelli; tutti di cui ha ispirato la teoria dell’evoluzione per selezione naturale di Charles Darwin dopo la sua visita nel 1835.

YELLOWSTONE NATIONAL PARK, USA

Yellowstone istituito nel 1872 come primo Parco Nazionale d’America per proteggere la maggior parte dei geyser della terra.  Nel 1978, poco più di cento anni dopo, è stato iscritto dall’UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale, il primo sito del patrimonio mondiale degli Stati Uniti.

MACHU PICCHU, PERU

Rivelata al mondo nel 1911 da Hiram Bingham, questa città Inca è divisa in due grandi settori: il settore agricolo, con un’estesa rete di terrazzamenti; e il settore urbano, con belle strutture tra cui il Tempio del Sole.

Machu Picchu è dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità dal 1983.

PRAGUE, CZECH REPUBLIC

siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO
Vista della città di Praga dal Castello (foto di Daniela Sabella)

La capitale ceca è soprannominata “la città delle mille guglie” per via dei suoi numerosi monumenti storici che risalgono praticamente a ogni periodo della storia. Costruite tra l’XI e il XVIII secolo, la Città Vecchia, la Città Piccola e la Città Nuova parlano della grande influenza architettonica e culturale di cui questa città ha goduto fin dal Medioevo. L’attrazione più famosa di Praga sono i ponti che attraversano il fiume Moldava, in particolare il  Ponte Carlo, ma la splendida Piazza della Città Vecchia e il Castello di Praga sono ugualmente impressionanti.

TAJ MAHAL, INDIA

Agra è un’antica città sulle rive del fiume Yamuna. Trova menzione nel Mahabharata ma acquisì importanza come capitale dell’Impero Mughal dal 1556 al 1658. È famoso per la sua architettura Mughal e per essere sede di una delle Sette Meraviglie del Mondo.

Il Taj Mahal costruito dall’imperatore Mughal addolorato imperatore Shah Jahan in commemorazione della sua moglie preferita, l’imperatrice Mumtaz Mahal, morta nel 1631 d.C. alla nascita del suo 14° figlio. Dopo la sua morte nel 1666 d.C., Shah Jahan fu anche sepolto accanto alla sua amata moglie nel Taj Mahal.

 

Ecco alcuni dei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO

Le tradizioni legate al cibo e alle bevande riconosciute dall’UNESCO

Alessandra Bonadies

Mi chiamano Bonnie e sogno una vita da Pinterest. Sono Digital Content Creator e Blogger dal 2000.

Articoli consigliati