IBM – International Business Machines Corporation

IBM-International Business Machines Corporation, costituita il 16 giugno 1911, ma attiva già dal 1888.

L’IBM ha sede ad Armonk, a New York, negli Stati Uniti, ed è soprannominata Big Blue.

Nel 1910, Herman Hollerith, un ingegnere statunitense e uno dei padri dell’informatica, conferì i suoi brevetti per la Germania a un commerciante di macchine addizionatrici, Willy Heidinger, che fondò la Deutsche Hollerith Maschinen Gesellschaft (Dehomag).

Willy Heidinger vendette la sua attività a Charles Flint, il quale poi la cedette a Thomas J. Watson, che ne fu il primo presidente.

Thomas J. Watson nel 1924 decise di cambiare nome all’azienda in IBM e con il tempo rese l’azienda leader nel campo dei sistemi meccanografici, destinati ad avere un grande successo nell’epoca del New Deal roosveltiano.

Nel 1927 venne costituita la filiale italiana della IBM.

L’IBM è la più antica azienda statunitense nel settore informatico ed è tra le maggiori a livello mondiale.

Produce e commercializza software per computer e hardware, middleware e servizi informatici, offrendo ai clienti infrastrutture, servizi di hosting, intelligenza artificiale, cloud computing, e consulenza nel settore informatico e strategico, per esempio in campi che vanno dalle nanotecnologie ai computer mainframe.

IBM - International Business Machines Corporation

Quali sono le più famose invenzioni:

  • il Mark 1, il primo calcolatore elettromeccanico
  • il primo PC con sistema operativo DOS prodotto dalla Microsoft
  • l’Universal Product Code (UPC), cioè il Codice a Barre
  • il SABRE, un sistema informatico di prenotazione utilizzato da compagnie aeree, ferroviarie, catene di hotel ed agenzie di viaggi
  • la carta a banda magnetica
  • il floppy
  • la scheda madre
  • il database relazionale
  • i connettori PS/2
  • la Dynamic Random Access Memory (DRAM), un tipo di RAM che immagazzina ogni bit in un diverso condensatore
  • il sistema d’intelligenza artificiale Watson, che è in grado di rispondere a domande espresse in un linguaggio naturale

L’IBM da sempre prima per il suo successo

Il mainframe, esemplificato dal System/360, è stata la piattaforma di calcolo dominante durante gli anni sessanta e settanta.

E’ uno dei cosiddetti big player nel mondo delle piattaforme cloud, grazie alla sua piattaforma globale denominata IBM Cloud, che ha una grande presenza nel mondo.

E’ anche un’importante organizzazione di ricerca scientifica, infatti fino ad ora l’IBM ha detenuto, per 27 anni consecutivi, il record per la maggior parte di brevetti statunitensi generati da un’azienda.

L’IBM lavora anche nel campo della computazione quantistica, infatti ha realizzato il primo primo computer quantistico in cloud chiamato IBM Q Experience e ha prodotto il primo vero computer quantistico commercializzabile, chiamato IBM Q System One.

 

Articoli consigliati