L’alcol in gravidanza e la sindrome feto alcolica FAS 

Sindrome fetale alcolica

L’alcol in gravidanza, miti da sfattare

Purtroppo ancora oggi la società ci spinge a credere che un bicchiere ogni tanto non faccia male. Ma in realtà in gravidanza anche un consumo minimo di alcol può pregiudicare la saluto e lo sviluppo del feto.⁣

É stato dimostrato che le donne che bevoni abitualmente una o più volte al giorno presentano una maggiore incidenza di aborti.⁣

Sarebbe importante smettere di bere già prima del concepimento in quanto gli organi più importanti come il cervello, il cuore e lo scheletro si formano già durante i primi 10-15 giorni.⁣

L’alcol attraversa la placenta ed arriva al feto ma il feto non ha gli enzimi per metabolizzare L’alcol e quindi ne subisce gli effetti dannosi a livello cerebrale.⁣

Il neonato può dimostrare disturbi legato all’assunzione di alcol fino ad arrivare alla sindrome feto alcolica.⁣

In sintesi L’alcol assunto dalla mamma influenza negativamente la vita del bimbo.⁣

La relazione é tutto per un bambino e siamo noi genitori la base sicura per i nostri bambini.⁣

Sindrome fetale alcolica

L’alcol in gravidanza: la sindrome feto alcolica FAS⁣


L’assunzione di alcool durante la gravidanza, soprattutto nelle fasi precoci, aumenta il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro. ⁣

L’esposizione del feto all’alcool durante l’embriogenesi ne altera lo sviluppo, determinando ripercussioni fisiche e comportamentali irreversibili.⁣

L’alcool oltrepassa la placenta anche a basse concentrazioni ed è in grado di danneggiare lo sviluppo del sistema nervoso centrale, il danno stesso non è necessariamente dose-correlato e, a oggi, non si conosce un limite di assunzione “sicuro” raccomandabile in gravidanza.⁣

Si raccomanda dunque di non bere nel pre concepimento e non bere durante la gravidanza.

Ti consiglio di leggere anche Sindrome fetale alcolica

Articoli consigliati