Salute

Le allergie autunnali

Le allergie autunnali, cosa sono

Le allergie autunnali sono causate da: pollini, acari della polvere e muffe.

Considerate anche le differenti  regioni d’Italia al nord primeggiano la muffa alternaria ed il polline dell’ambrosia; mentre, nelle regioni del sud, il polline della parietaria. Le  piante graminacee, che prevalgono in primavera, possono fare la ricomparsa in modo più lieve anche in autunno.  Gli acari  sono  invece una  presenza  costante ed importante in tutte le stagioni, in autunno in  misura maggiore.

Chi soffre di allergia o asma, tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno spesso riferisce un peggioramento dei sintomi con ostruzione nasale, starnuti, naso che cola (rinite allergica), tosse, occhi che bruciano e lacrimano, bruciore o pizzicore alla gola, respiro sibilante e respirazione difficoltosa.

Se i sintomi si manifestano per la prima volta e lasciano sospettare un’allergia è bene consultare il medico. Una corretta diagnosi è fondamentale per identificare la vera causa dell’allergia e studiare un trattamento mirato.

allergie autunnali
La terapia è personalizzata e dipende dal quadro del paziente. In generale, per la rinite la terapia gold standard è rappresentata da farmaci steroidi topici come gli spray nasali. In alcuni casi si può usare una terapia topica combinata steroidea e antistaminica.

Per diminuire la sintomatologia correlata alla rinite (prurito del cavo orale, starnutazioni, prurito al naso) possono essere utili farmaci antistaminici.

Quelli di ultima generazione garantiscono un buon controllo dei sintomi con effetti collaterali praticamente nulli.

Il modo migliore per curare le allergie autunnali è cercare di prevenirle.

 

Prima di assumere farmaci, consulta il tuo medico!

Ti consiglio di leggere anche Primavera: periodo di allergie

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.