Otomedical: ipoacusia e acufene, difetti dell’udito

Non è la voce che comanda la storia: sono le orecchie.

Italo Calvino

 

Otomedical

 

I nostri sensi sono ben 5 e tutti essenziali. L’udito è uno di questi.

Quando parliamo di apparecchi acustici, associamo questa necessità alle persone anziane, ma purtroppo non sono solo loro ad averne bisogno. Non c’è età per soffrire di disturbi all’apparato uditivo.

Otomedical presente a Roma, da 17 anni è un centro sordità all’avanguardia, in grado di supportare soggetti che soffrono di ipoacusia e altri disturbi uditivi, fra i quali anche l’acufene.

Ipoacusia, di cosa si tratta?

Per ipoacusia si intende la riduzione della capacità uditiva che deriva dalle alterazioni di una o più strutture dell’ apparato uditivo quindi l’ incapacità, totale o parziale, di percepire il suono in una o entrambe le orecchie.

L’ ipoacusia è un processo lento e graduale che varia da persona a persona e si manifesta in modi differenti. I sintomi sono accomunati da una difficoltà percettiva dei suoni, specialmente nelle seguenti situazioni:

  • durante le conversazioni in ambienti rumorosi e/o affollati
  • in caso di parole pronunciate a bassa voce
  • al telefono
  • quando si ascolta la radio, la TV o qualsiasi altra fonte sonora

L’acufene invece è la sensazione di ronzio o di fischio che si avverte nell’orecchio in conseguenza di irritazione o infiammazione del nervo acustico.

L’obiettivo del centro è di far recuperare al paziente quanto più possibile migliorandone la qualità della vita. Proprio per questo è stata creata una struttura diagnostica, introducendo il test di Matrix atto a verificare la correzione in modo da non lasciare ombre su un protocollo protesico riabilitativo che prevede una valutazione diagnostica approfondita e completa.

Ad Otomedical si rivolgono tutti coloro che, per il deterioramento del senso dell’udito, hanno perso o ridotto la capacità comunicativa e quindi la socializzazione.

L’udito è di primaria importanza nella vita di ciascuno di noi.

I sintomi associati alla perdita di udito sono i seguenti:

  • la sensazione che certi suoni sembrino ovattati, non nitidi;
  • la difficoltà nel capire le parole e seguire le conversazioni, specialmente quando c’ è rumore di fondo o ci si ritrova tra una folla di persone;
  • il chiedere frequentemente agli altri di parlare più lentamente, in modo chiaro e ad alta voce;
  • il bisogno di alzare il volume della televisione o della radio;
  • vertigini o sensazione che manchi l’ equilibrio;
  • pressione nell’ orecchio ( causa alterazione del fluido dietro il timpano );
  • ronzio o tintinnio nelle orecchie.

Non trascurate nessun “dubbio” sul vostro stato di salute, e affidatevi a persone serie e competenti in materia, così da ripristinare le vostre funzioni nel migliore dei modi.

Affidatevi a centri specializzati all’avanguardia, come Otomedical (i riferimenti li trovati cliccando sul link).

 

 

Erica Menegollo

 

 

 

Erica Menegollo

Donna, fotografa e mamma di Ginevra 👑. Affamata di ricordi, Nikon e iPhone danno voce ai miei occhi.
Sono il 50% di Officina degli Scatti 📷
Se dovessi descrivermi con un aforismo, lo farei con questo:

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.
(Pino Cacucci)

Articoli consigliati